Economia 31 Luglio Lug 2014 1046 31 luglio 2014

Investietico, valore a 152,3 milioni di euro

  • ...

Il consiglio di amministrazione di Aedes Bpm Real Estate SGR S.p.A. ha approvato la relazione semestrale del fondo comune di investimento immobiliare di tipo chiuso quotato Investietico al 30 giugno 2014. Il valore complessivo netto (Nav) del fondo ammonta a circa 152,3 milioni di euro, al 31 dicembre 2013 era 160,4 milioni, al netto dei proventi distribuiti a marzo 2014 per complessivi 8,3 milioni di euro. ATTIVITA' GESTITE PARI A 217 MILIONI. Il totale delle attività gestite è pari a circa 217,4 milioni d i euro (Euro 225,6 milioni al 31 dicembre 2013). Al 30 giugno 2014 il valore della quota, al netto del provento di Euro 135 (pari al 5,40% del valore nominale) distribuito ai partecipanti nel marzo 2014, è di 2.475,772 (2.608,701 al 31 dicembre 2013). L’incremento del valore della quota al 30 giugno 2014, al lordo dei proventi distribuiti dal 2004 al 2014 pari a Euro 1.419 per quota, rispetto al valore nominale è pari al 55,79%. Il patrimonio immobiliare del fondo, sulla base delle stime effettuate dagli esperti indipendenti K2 Real, si attesta al 30 giugno 2014 al valore di 194 milioni (pari all’89,23% dell’attivo), valore inferiore dell’1,57% rispetto al dato riferito al 31 dicembre 2013. La liquidità disponibile è pari a circa 3,7 milioni. Inoltre sono stati investiti 18 milioni in depositi bancari vincolati a due mesi rinnovabili, con la possibilità di disinvestimento anticipato senza penali, ad un rendimento in linea con i tassi praticati dal mercato. L’indebitamento complessivo del Fondo è pari a 64,2 milioni, il tasso applicato dalla banca finanziatrice è a condizioni concorrenziali sul mercato. VARIAZIONE DOVUTA ALLA DIMINUZIONE DEL VALORE DI MERCATO. La variazione del valore della quota al 30 giugno 2014, rispetto al 31 dicembre   2013, è dovuta principalmente alla diminuzione del valore di mercato del patrimonio immobiliare, alla distribuzione dei proventi avvenuta il 27 marzo 2014   e al risultato economico del primo semestre 2014.  Eventi significativi successivi alla chiusura del semestre  In data 30 luglio 2014, con l’approvazione della relazione semestrale al 30   giugno 2014, è emerso il superamento del covenant finanziario LTV (Loan To   Value) di cui al contratto con la banca finanziatrice, che prevede che il valore   degli immobili ipotecati non debba essere superiore al 60% del relativo debito complessivo allocato. In ragione di quanto precede, in pari data, il Consiglio di Amministrazione della   SGR ha deliberato di rimborsare alla banca finanziatrice, a titolo di rimborso anticipato, un importo pari a Euro 7,25 milioni. A seguito del rimborso anticipato di cui sopra, il livello del covenant LTV si   attesterà a circa il 54% del valore degli immobili ipotecati, mentre il rapporto di indebitamento sul totale del valore di mercato di tutti gli immobili di proprietà del   Fondo alla data del 30 giugno 2014 si ridurrà dal 33,1% al 29,4%. LE LINEE STRATEGICHE PER IL FUTURO. Nel secondo semestre del 2014 l’operatività del Fondo si concentrerà sulle attività di asset management funzionali alla migliore strategia per la dismissione degli immobili in portafoglio, al fine di massimizzarne la redditività in vista della scadenza del Fondo, compatibilmente con le condizioni del mercato. A tal fine si provvederà a:  migliorare lo stato conservativo e qualitativo del patrimonio immobiliare, mediante interventi di manutenzione straordinaria ove necessari; potenziare e consolidare i ricavi di affitto mediante la rilocazione degli spazi sfitti, il rinnovo anticipato dei contratti di locazione o il rinnovo dei contratti di locazione in scadenza, con l’obiettivo di stabilizzare i flussi di cassa a medio lungo periodo. Al riguardo si sottolinea che la SGR, ha avviato il processo di dismissione attraverso il supporto di primari operatori del mercato.

Correlati

Potresti esserti perso