Economia 31 Luglio Lug 2014 1301 31 luglio 2014

Marmi Carrara, il 50% è di Bin Laden

  • ...

Marmi Carrara, il 50% è stato ceduto alla famiglia di Bin Laden. Il 50% della Marmi Carrara è nella mani della famiglia araba Bin Laden che attraverso la Cpc Marble & Granite Ltd, con sede a Cipro, possiede già 26 cave nel mondo. Gli imprenditori arabi hanno investito 45 milioni di euro per assicurarsi la metà della quota della società che detiene a sua volta il 50% di Sam, titolare di una buona fetta (circa un terzo) delle cave di prezioso marmo bianco di Carrara. La trattativa era in corso da mesi ed è stata perfezionata il 30 luglio con la firma A VENDERE LE FAMIGLIE GASPARI, PIACENTINI, TONINI, VOLTERRANI A vendere sono state le famiglie locali Gaspari, Piacentini, Tonini e Volterrani, assistite dallo studio dell'avvocato Giulio Andreani. A comprare - assistita dallo studio legale Menchini e da PriceWaterhouseCoopers - è stata la Cpc Marble & Granite Ltd, con sede a Cipro, che fa capo al gruppo della famiglia di Osama Bin Laden, il terrorista saudita fondatore di al-Qaida ucciso nel maggio 2011. Il gruppo arabo, terzo al mondo per fatturato nel settore delle costruzioni, era già il primo cliente dei produttori di Carrara per l'acquisto di marmo diretto ai sontuosi palazzi arabi. In questo modo gli arabi si sono aggiudicati il controllo della Società apuana marmi (Sam) da cui si estraggono ogni anno 1-1,2 milioni di tonnellate di prezioso marmo, diretto in tutti i Paesi del mondo. L'altra metà della Marmi Carrara resta in mano a due famiglie di imprenditori locali. Adesso il Comune di Carrara dovrà trattare con la famiglia Bin Laden per la cosiddetta tassa marmi che insieme con la Regione Toscana l'ente locale ha chiesto ai produttori nell'ambito del nuovo piano paesaggistico accusato.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso