Giuliano Poletti 140617125958
AMMORTIZZATORI 2 Agosto Ago 2014 1254 02 agosto 2014

Cig in deroga, stanziati 320 milioni in più

Sale la dotazione della Cassa in deroga. Ecco i nuovi criteri.

  • ...

Ministro del Lavoro Giuliano Poletti.

La dotazione economica per gli ammortizzatori sociali in deroga, destinati a proteggere i lavoratori dalla crisi e dalla perdita dell'occupazione, è salita a 1,72 miliardi di euro. Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ha fornito le nuove cifre di copertura, che risultano essere aumentate di 320 milioni rispetto a quanto previsto dalla legge di Stabilità 2014. Subito disponibili per i pagamenti delle prestazioni 400 milioni di euro.
RISORSE AGGIUNTIVE. Il bisogno di reperire nuove risorse, secondo il Ministero, è derivata soprattutto dal fatto che dei 1400 milioni stanziati per il 2014, 800 sono stati già usati per il 2013. Ai 600 milioni residui, insufficienti rispetto alle necessità, si sommavano altri 450 milioni già assegnati ad alcune Regioni, ma non utilizzati nel 2013. Da qui l'elaborazione di una proposta normativa che incrementasse il finanziamento di Cassa integrazione e mobilità in deroga, portando le risorse complessivamente disponibili a 1 miliardo e 720 milioni, 320 milioni in più rispetto ai 1400 milioni stanziati nella legge di stabilità.
NUOVI CRITERI PER LA CIG IN DEROGA. Contemporaneamente, è stato firmato un decreto ministeriale che ha definito nuovi criteri per l'erogazione degli ammortizzatori sociali in deroga.
Tra questi, l'impossibilità di utilizzare la Cassa integrazione in deroga in caso di cessazione dell'attività aziendale; l'incremento dell'anzianità aziendale necessaria per accedere agli ammortizzatori; la limitazione a 11 mesi per il 2014 e a 5 mesi per il 2015 per la fruizione della Cig in deroga; la limitazione della durata del trattamento di mobilità in deroga.
PREVISTO REGIME TRANSITORIO. Per gestire il passaggio dal vecchio al nuovo regime è previsto un periodo transitorio, limitato al 2014, nel quale sono ammesse specifiche deroghe in ambito nazionale e regionale. «Con le nuove risorse ed i nuovi criteri per la Cig in deroga abbiamo voluto dare risposta ad un'emergenza, con l'intenzione di costruire un ponte verso un nuovo assetto complessivo degli ammortizzatori sociali». Questo il commento del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti.

Correlati

Potresti esserti perso