Economia 4 Agosto Ago 2014 1224 04 agosto 2014

Aumenti di stipendio, la Germania dice no

  • ...

lavoratore tedesco L'industria tedesca è contraria alla proposta della Bundesbank di aumentare i salari in Germania fino a un margine del 3%. È quello che emerge da un sondaggio dell'istituto Forsa, pubblicato oggi dall'Handeslblatt. Secondo il rilevamento, l'83% dei manager tedeschi ha accolto con stupore e dissenso le esternazioni provenute nei giorni scorsi dalla banca centrale tedesca, quando lo stesso presidente Jens Weidmann si è espresso a favore di un aumento (fino al 3%), vista la buona salute dell'economia tedesca. Ed è il 62% degli oltre 500 manager interrogati a ritenere che un aumento ''non sia adeguato in questo momento''; oltre la metà si dice preoccupata ''delle grandi difficoltà'' che produrrebbe uno scenario del genere. La politica dei salari bassi è stata un elemento fondamentale del vantaggio competitivo della Germania negli ultimi anni, e secondo i banchieri centrali le ottime prestazioni del mercato del lavoro - in alcune regioni tedesche si raggiunge la piena occupazione, aveva sottolineato Weidmann la settimana scorsa in un'intervista in proposito - rendono ora possibile un sostanzioso aumento degli stipendi. Esternazioni che hanno aperto un dibattito, nella Locomotiva d'Europa: anche le associazioni datoriali hanno criticato queste prese di posizione ritenendole un tentativo di interferenza.

Correlati

Potresti esserti perso