Giuliano Poletti 140617125958
ECONOMIA 4 Agosto Ago 2014 1223 04 agosto 2014

Poletti: «Salario minimo, possibile introduzione nel 2015»

Possibile introduzione nel 2015.

  • ...

Ministro del Lavoro Giuliano Poletti.

Salario minimo dal 2015? Un'ipotesi ragionevole. Questo, almeno è ciò che pensa il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, intervistato da Affaritaliani.it, secondo cui entro l'anno prossimo è plausibile pensare che tutti i contenuti della legge delega possano diventare realtà.
Nelle stesso ore in cui il ministro della Pubblica amministrazione Marianna Madia è stato autore di una rumorosa retromarcia, con l'annullamento dello sblocco di 4 mila pensionamenti nella scuola, Poletti ha dunque rilanciato un nuovo investimento per le casse dello Stato, in barba alle critiche di Carlo Cottarelli.
«PREVISTO NELLA LEGGE DELEGA». L'introduzione del salario minimo, ha garantito Poletti, «è possibile». Anche perché «noi l'abbiamo previsto come possibilità nella legge delega. Naturalmente, nella stessa legge, abbiamo messo delle procedure e delle modalità necessarie, perché è un tema molto delicato che deve essere inserito nel quadro della contrattazione del nostro Paese, che è una contrattazione molto diffusa e dove le parti sociali hanno una responsabilità importante».
IPOTESI MAGGIO-GIUGNO 2015. Poletti non ha voluto sbilanciarsi sulla cifra in questione, dato che «in Europa ci sono moltissime fattispecie diverse. Ognuno lo ha usato secondo una sua logica e quindi fare delle previsioni non ha nessun senso». Per quanto concerne i tempi, il ministro ha sottolineato come sia possibile concretizzare il salario minimo tra maggio e giugno 2015.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso