Economia 7 Agosto Ago 2014 0925 07 agosto 2014

Agenzia delle Entrate, pronto giro di vite

  • ...

Agenzia delle Entrate Concentrare la lotta all'evasione sulle frodi più insidiose e sui casi più gravi, tralasciando i controlli meno rilevanti per importi o sostenibilità. Lo annuncia una circolare dell'Agenzia delle entrate che si impegna anche ad abbandonare le contestazioni esclusivamente formali dando centralità al contraddittorio con i cittadini sottoposti a controlli. NEL MIRINO I GRANDI EVASORI. In particolare, per i grandi contribuenti, cioè quelli con volume d'affari sopra i 100 milioni di euro, l'Agenzia punta l'attenzione sui fenomeni di reale evasione «come per esempio la delocalizzazione dei redditi verso paesi a fiscalità più favorevole e la pianificazione fiscale aggressiva». Continua la sperimentazione del regime di adempimento collaborativo, con l'obiettivo di analizzare i sistemi di controllo interno orientati alla gestione del rischio fiscale. Grande cautela per gli accertamenti basati su presunzioni. Le indagini finanziarie devono essere utilizzate evitando richieste di dettaglio su importi poco rilevanti e chiaramente riferibili alle normali spese personali o familiari. Il redditometro scatta soltanto nei confronti di coloro che presentano scostamenti significativi tra reddito dichiarato e spese sostenute.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso