Economia 7 Agosto Ago 2014 1703 07 agosto 2014

Zucchi, doccia fredda per Buffon

  • ...

Da sinistra, Matteo Zucchi, Gianluigi Buffon e Riccardo Carradori, amministratore delegato del gruppo tessile. Kpmg non ha certificato l'ultima semestrale del gruppo tessile Zucchi. Una doccia fredda per il portiere della Juventus Gianluigi Buffon che è il primo azionista della società di Rescaldina. Nella relazione di bilancio - che ha segnato una perdita di 11 milioni contro un rosso di 15 dello stesso periodo 2013 e un calo dei ricavi da 71 a 62 milioni - la società di revisione ha scritto che «il presupposto della continuità aziendale è soggetto a molteplici significative incertezze». Il titolo ha reagito con una perdita del 2% nella seduta del 7 agosto. A MAGGIO L'A.D. CARRADORI ERA OTTIMISTA SUI CONTI IN RIPRESA Eppure a maggio, prima di partire per i Mondiali in Brasile il clima era idilliaco: Riccardo Carradori, amministratore delegato del gruppo di biancheria per la casa aveva detto: «I conti sono ancora in rosso, ma siamo in netto miglioramento». A dimostrarlo c'erano i risultati della prima trimestrale dell’anno: rispetto allo stesso periodo del 2013, il gruppo fondato nel 1920 da Vincenzo Zucchi aveva contenuto le perdite del risultato operativo (Ebit, da -7,5 milioni di euro agli attuali 5,2) e del risultato di periodo, con un negativo di 5,8 milioni di euro contro gli 8,2 della congiuntura precedente. UN PIANO DI INVESTIMENTI DA 25 MILIONI PER IL RILANCIO La strategia messa a punto da Carradori per il rilancio dell'azienda passa da un piano di investimenti da 25 milioni di euro fino al 2017. Una linea condivisa con il socio di riferimento Buffon. Nell’ultimo aumento di capitale a dicembre 2013, il portiere della Juventus e della Nazionale ha messo sul piatto 18 milioni di euro arrivando a detenere il 56% delle azioni della holding, proprietaria dei marchi Zucchi e Bassetti e della Mascioni spa, specializzata in stampa e finissaggio dei tessuti.

Correlati

Potresti esserti perso