Borsa 140525224737
SCAMBI 8 Agosto Ago 2014 1445 08 agosto 2014

Borsa, Piazza Affari e spread live l'8 agosto 2014

Milano recupera dopo due tonfi. In calo il differenziale Btp-Bund.

  • ...

Il tentativo di rimbalzo di Piazza Affari venerdì 8 agosto, dopo due scivoloni consecutivi dopo le stime Istat sul Pil del secondo semestre 2014, riesce solo a metà.
Il Ftse Mib chiude in positivo dello 0,33% (a 19.193 punti) ma l'ultima seduta della settimana è stata all'insegna della volatilità. In flessione invece i principali listini europei con Londra che lo 0,6% come Franconforte, mentre Parigi è arretrata dello 0,3%.
Tra le blue chips la giornata è in evidenza per le popolari con Bper che rimbalza (+11,06%) all'indomani della semestrale. La Consob ha peraltro vietato le vendite allo scoperto per l'intera seduta. E viaggiano spedite, dopo i conti, anche Bpm (+6,6%) e Ubi (+3%). Sul fronte opposto del listino Mps (-8,3%) dopo i conti peggiori delle attese con la perdita di 353 milioni di euro. Male anche Tod's (-7,04%) all'indomani dei conti.
SPREAD IN CALO A 178 PUNTI. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi è sceso a quota 178 punti dai 180 punti della chiusura del 7 agosto.
ASIATICHE PESANTI. Tonfo di Tokyo (-2,98%) e vendite generalizzate in Asia dopo l'ok del presidente americano Obama all'intervento militare in Iraq. L'annuncio è andato ad accentuare gli altri rischi geopolitici come la Russia.
Seul ha perso l'1,4%, Hong Kong ha tenuto (-0,06%) e Shanghai in controtendenza positiva (+0,06%).

17.39 - MILANO CHIUDE IN RIALZO: +0,33%. Piazza affari chiude in rialzo. Il Ftse Mib segna un +0,33% a 19.193 punti.

16.28 - MILANO VOLATILE, FTSE MIB CALA A +0,04%. Piazza Affari estremamente volatile azzera i guadagni con il Ftse Mib che lima a +0,04% a 19.120 punti. Sempre sotto pressione Mps (-6,91%) e Tod's (-8,39%): per entrambe la Consob ha vietato le vendite allo scoperto. Cedenti Unicredit (-0,09%), Generali (-0,07%). Proseguono, invece, di buon passo Bper (+10,7%), Bpm (+5,9%). Più contenuti i rialzi di Ubi (+2,55%) e Banco Popolare (+2,73%).

16.11 - EUROPA CONFERMA IL RECUPERO, MILANO +0,8%. Le Borse europee, con Wall Street positiva, confermano il tentativo di recupero. Madrid e Parigi sono in rialzo mentre Francoforte e Londra sono sotto la parità. Milano con il Ftse Mib registra un +0,8% (19.292 punti). Lo spread sale a 178 punti. Tra le blue chips prosegue la corsa di Bper (+10,6%), Bpm (+7,55%) e di Ubi (+4,27%) dopo i conti. Banco Popolare, in attesa della semestrale, guadagna il 3,9% mentre Fiat è a +3,5%. Sempre sotto vendita Mps (-6,9%) e Tod's (-9,1%).

14.26 - MILANO PROSEGUE IL RIMBALZO: +1,4%. Piazza Affari prosegue nel rimbalzo e incrementa i guadagni con il Ftse Mib che segna un +1,40% a 19.398 punti. Lo spread è in discesa a quota 175 punti. Continua la galoppata delle popolari con Bper che resta maglia rosa (+8,69%). Vola dopo i conti Bpm (+7,26%) mentre Ubi registra un +6,18 per cento. Sale Fiat (+4,65%) che finisce anche in asta per eccesso di rialzo. Restano sotto pressione Tod's (-8,92%) e Mps (-6,9%): su entrambe la Consob ha vietato le vendite allo scoperto.

13.50 - BPM CORRE DOPO I CONTI. Bpm ha corso in Borsa dopo i conti e dopo essere finita in asta per eccesso di rialzo è stata riammessa guadagnando il 5%.

12.56 - EUROPA LIMA LE PERDITE. Le Borse europee hanno limato le perdite mentre è scattata Piazza Affari che con il Ftse Mib ha guadagnato l'1,16% 19.352 punti. Nel Vecchio Continente è migliorata Madrid che ha girato in positivo (+0,19%) e ha dimezzato la flessione Parigi. Sempre sul punto il calo di Francoforte. A Milano sono proseguiti gli acquisti su Bper (+9,08%), Ubi (+7%), Banco Popolare (+3,03%) e Fiat (+3,66%). A cui si sono aggiunte Mediaset (+2,9%), Mediobanca (+2,8%) e Intesa Sanpaolo (+2,55). Sempre sotto vendita Mps (-6,4%) e Tod's (-9,8%).

12.37 - MILANO CONSOLIDA I GUADAGNI. Piazza Affari ha consolidato i guadagni a metà giornata (Ftse Mib +0,74% a 19.272 punti). A trascinare il listino verso l'alto sono state le banche e in particolare le popolari. Maglia rosa è stata Bper (+8,98%) che è rimbalzata dopo il calo post conti. Ha viaggiato spedita Ubi che, dopo lo stop per eccesso di rialzo, ha guadagnato il 5,18%. Bene poi il Banco popolare (+2,53%) in attesa della semestrale. Tra le blue chips in evidenza anche Fiat (+2,59%). Sono rimaste sotto pressione Tod's (-9,6%) e Mps (-7,7%).

12.12 - MPS, VIETATE VENDITE ALLO SCOPERTO. Divieto temporaneo di vendite allo scoperto per Mps in Borsa fino al termine della giornata di negoziazione dell'11 agosto. Lo si legge in una nota di Consob in cui si precisa che il provvedimento ha effetto immediato.

11.58 - BORSE EUROPEE ANCORA IN CALO. Le Borse europee a metà giornata hanno confermato il calo. L'indice d'area Stoxx 600 ha ceduto un punto percentuale così come Francoforte. Milano si è mossa invece sopra la parità (Ftse Mib +0,16% a 19.156 punti). A Piazza Affari è rimasta maglia nera Tod's (-11,2%) all'indomani dei conti. Ubs BofaML, Deutsche Bank, MainFirst hanno tagliato tutti il prezzo obiettivo. Giù Mps (-7,87%) dopo la perdita del semestre. Di contro è rimbalzata Bper (+7,8%) e bene Ubi (+2,5%) dopo i conti. Lo spread è sceso in area 181 punti.

10.25 - PIAZZA AFFARI +0,3%. Piazza Affari ha invertito la rotta: il FtseMib è salito dello 0,3%. Ubi Banca +3,55%, sugli scudi anche Mediaset (+1,55%), Banco Popolare (+1,11%) ed Eni (+0,9%). Male Mps (-6%) e Tod's (-11%). Giù anche Unipolsai (-2,6%) e Telecom (-0,4%).

9.42 - ATENE GIÙ. La Borsa di Atene ha aperto in ribasso, registrando un -1,73%, con l'Indice Athex a 1.071,93 punti.

9.30 - PARIGI LIEVEMENTE IN CALO. La Borsa di Parigi ha aperto in calo dello 0,86%, con l'indice Cac a 4.114,09 punti.

9.24 - LONDRA NEGATIVA. La Borsa di Londra ha aperto in calo dello 0,58% con l'indice Ftse 100 a 6.558,5 punti.

9.19 - FRANCOFORTE IN CALO. La borsa di Francoforte ha aperto in rosso, con l'indice Dax a 8.033 punti (-1,17%).

9.18 - TOD'S E MPS CONGELATE. Dopo i conti trimestrali annunciati a Borsa chiusa nella vigilia alla riapertura Tod's e Mps sono rimaste sotto pressione. La prima è stata sospesa in asta di volatilità (teorico -7,2%) e la seconda non è riescita a fare prezzo segnando un calo teorico dell'11,7%. Sospesa in asta di volatilità anche Bper per uno strappo al rialzo (teorico +6,7%).

Correlati

Potresti esserti perso