Economia 8 Agosto Ago 2014 1453 08 agosto 2014

Generali, entra la banca centrale cinese

  • ...

People's Bank of China, la banca centrale cinese, detiene il 2,014% delle Generali. La soglia del 2%, emerge dagli aggiornamenti Consob, è stata superata lo scorso 31 luglio e conferma l'interesse della Cina per le aziende italiane. L'istituto cinese si era fatta notare pochi giorni fa per aver rilevato il 2% dopo l'acquisto di quote in Fiat, Prysmian, Telecom, Eni, Enel e, indirettamente, Terna e Snam. NORGES BANK SCENE IN FCS. È stato anche reso noto che Norges bank ha ridotto la quota dal 2 all'1,33% in Fcs. Venerdì primo agosto, all'assemblea dei soci, il presidente John Elkann annunciando l'ingresso della banca popolare cinese aveva detto: «È una manifestazione concreta di come Fca sia in grado di attirare investitori da tutto il mondo». PORTAFOGLIO DI 2,81 MILIARDI IN AZIONI. Il portafoglio di cinque partecipazioni posseduto dalla Banca popolare cinese in Piazza Affari vale circa 2,81 miliardi di euro. La partecipazione più importante è quella in Eni che ai prezzi di Borsa attuali vale circa 1,44 miliardi, seguono Enel (817 milioni), Telecom (319 milioni), Fca (177 milioni) e Prysmian (66 milioni).

Correlati

Potresti esserti perso