Matteo Renzi 140807213229
MAMBO 13 Agosto Ago 2014 1000 13 agosto 2014

Matteo Renzi e le pressioni economiche dell'Europa

Lo spettro dell'Ue sulla sovranità italiana è inaccettabile. Ora il premier faccia le riforme e dica a Bruxelles di aspettare.

  • ...

Matteo Renzi.

Credo che Renzi potrà dispiacersi poco di come lo trattano i media.
Ne ha cercato maniacalmente il consenso, lo ha avuto, ora deve beccarsi le paternali, i distinguo, le critiche, persino le invettive, se non peggio.
Nel peggio c'è' sicuramente il confronto fra il lato B della ministra Boschi, colta in spiaggia, e quello di Agnese Renzi, anch'essa in vacanza.
IL SONDAGGIO SUL LATO B DELLA BOSCHI. Libero ha voluto fare addirittura una specie di referendum fra le parti anatomiche delle due signore, con tutta evidenza alludendo a una loro familiarità, scontata nel caso della signora Agnese, con il premier.
Gossip, si dirà. Ma si può dire pure che il livello è bassissimo e che l'unico interesse per i due fondoschiena, entrambi apprezzabili, nasce dal fatto che per colpire un uomo si colpisce la o le donne che gli sono vicine. Come salto culturale è notevole, soprattutto all'indietro.
Questo offre un certo giornalismo di destra che, tuttavia, può consolarsi e replicare con analoghe cadute di stile del giornalismo opposto per le donne riferibili a Berlusconi.
Fossi Renzi lascerei perdere, anche perché ben altre sono le questioni calde.
INTANTO LA TROIKA INCOMBE. Una in particolare, agitata e sollecitata da alcuni commentatori politici titolati: si tratta della minaccia, adombrata da un insolitamente arrogante Mario Draghi, dell'arrivo della Troika europea per controllare i nostri conti e imporre cure da cavallo.
Renzi qui si gioca l'immagine sua e il nostro avvenire. I dati sull'economia, come si è visto in questi giorni, sono contrastanti e ovviamente fra il brutto e il bruttissimo.
Il presidente del Consiglio ha avviato una riforma, quella del Senato, che era ferma da anni e che servirà a semplificare il meccanismo della decisione parlamentare e a ridurre i costi della politica.
La riforma della Pa, a parte il caso increscioso dei 4 mila insegnanti esodati, è andata in porto, l'articolo 18 sarà affrontato in un contesto più ampio, la riforma Orlando sulla giustizia contiene cose innovative ancorché molto prudenti.
MISURE ECONOMICHE PRIORITARIE. Le misure economiche saranno il banco di prova fra una ventina di giorni.
Detto questo, l'Europa che fretta ha? Stia calma. Renzi dovrebbe, e guadagnerebbe una barca di voti, mettere sacchetti di sabbia per tener lontani gli emissari europei.
Un Paese non può vivere sotto questa pressione né è accettabile un simile cedimento di sovranità.
Provi Renzi quella che brutalmente si chiama la diplomazia del 'vaffanculo', si faccia un suo itinerario riformatore e dica all'Europa di aspettare.
Altrimenti è inutile votare e in molti penseranno che gli euro-repellenti, Grillo in testa, hanno ragione.
Si dia una mossa Renzi, poche battute e molte risentite parole.
Poi si metta all'opera e se c'è qualche ministro che non funziona lo/a preghi di accomodarsi negli spogliatoi.
Servono guerrieri.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso