Economia 13 Agosto Ago 2014 1816 13 agosto 2014

Piazza Affari chiude in rialzo: +0,62%

  • ...

Piazza Affari Piazza Affari ha chiuso in rialzo, in sintonia con le altre borse europee, in una giornata dai volumi sottili tipici della settimana di Ferragosto.  Il tentativo di rimbalzo è stato tuttavia frenato dai timori, pur attenuati, che le sanzioni alla Russia e un escalation della crisi in Ucraina possano fare deragliare la debole ripresa in Europa. Per questo si guarderanno con attenzione i dati macro europei di domani. L'indice FTSE Mib ha chiuso in rialzo dello 0,62% e l'Allshare ha guadagnato lo 0,53%. Volumi estivi, per un controvalore di 1,7 miliardi di euro. L'indice europeo FTSEurofirst 300 segna +0,45%. BANCARI IN ORDINE SPARSO. Acquisti su Banco Popolare (+4%), che prosegue il rally per la quarta seduta consecutiva, così come Pop Emilia (+1,1%). Toniche le big Unicredit (+1,52%), tra i titoli bancari della periferia preferiti da Nomura, e Intesa Sanpaolo (+1,04%). In ribasso invece Pop Milano (-1,32%), Mps e Ubi. Continua il recupero di Gtech (+3,07%), che nei giorni scorsi ha annunciato il via libera dell'Antitrust Usa all'acquisizione del produttore di slot machine Igt. Oggi inoltre un quotidiano scrive che lasocietà ha ottenuto da 13 banche l'impegno per 8,7 miliardi di euro per acquisire Igt. PIATTA TELECOM RESTA IN ATTESA. Piatta Telecom Italia in attesa di novità sulla partita brasiliana che in questi giorni entra nel vivo.  Fonti a conoscenza della vicenda hanno infatti confermato che il Ceo arco Patuano incontrerà entro domani a Parigi Vincent Bollorè, presidente e azionista con il 5% del gruppo Vivendi per illustrare i vantaggi di un piano di integrazione tra Tim Brasil e Gvt.  Gli analisti concordano sulla valenza strategica di un eventuale alleanza industriale in Brasile ma Telecom dovrà convincere Vivendi in tempi stretti a rifiutare l'allettante offerta di Telefonica e questo potrebbe comportare uno sforzo finanziario notevole da parte del gruppo italiano. ENEL E SNAM CORRONO, MALE CNH. Spunti positivi nell'energia con Enel che chiude a +1,62% e Snam a +1%. Negativa Cnh (-2,4%) mentre al di là dell'oceano la produttrice americana di mezzi agricoli Deere mostra un calo dell'1% dopo aver tagliato la guidance sull'intero anno. Giù anche Finmeccanica (-1,65%). Fuori dal listino principale brilla Fincantieri (+9,33%) spinta dai giudizi positivi dei broker. Acquisti su Salini Impregilo (+1,68%). Ieri il Cda ha approvato la proposta di autorizzazione per l'acquisto e disposizione di azioni proprie (qui l'articolo). Balza di oltre il 19% Zucchi dopo i recenti cali seguiti all'annuncio che Kpmg non ha potuto esprimere un giudizio sul bilancio al 30 giugno scorso a causa delle incertezze significative sulla continuità aziendale.

Correlati

Potresti esserti perso