Piazza Affari Borsa 111208201140
SCAMBI 20 Agosto Ago 2014 0923 20 agosto 2014

Borsa: Piazza Affari e spread live il 20 agosto 2014

Trema Luxottica, male pure Fiat. Controcorrente Enel Green Power.

  • ...

A Piazza Affari seduta in leggero calo.
Il Ftse Mib ha chiuso in negativo (-0,19%) appesantito dai bancari.
Tra i peggiori Bper (-3,36%), debole anche Ubi Banca (-1,83%), Bpm (-1,28%), Unicredit (-0,44%), Intesa Sanpaolo (-0,19%).
TREMA LUXOTTICA. L'ipotesi di un divorzio da Luxottica dell'amministratore delegato Andrea Guerra ha fatto tremare il titolo (-3,6%).
Fiat, nell'ultimo giorno utile per esercitare il diritto di recesso, ha perso lo 0,63% a 7,13 euro.
Controcorrente Enel Green Power che ha guadagnato il 2,28% e World Duty Free con un +1,16%.
LO SPREAD CHIUDE A 161. Ha chiuso a 161 punti base lo spread tra il Btp e il Bund tedesco. Il rendimento del titolo decennale del Tesoro si è attestato al 2,59%.
ATTESA PER LA FED. Fiacche le altre piazze europee, mentre le Borse orientali sono rimaste caute in attesa dei verbali del Comitato federale della Fed di fine luglio, previsti per le 20, con i future sull'Europa e su Wall Street in ribasso.
Piatte Tokyo (+0,03%), Seul (+0,08%) e Sydney (+0,19%) insieme a Hong Kong (+0,07%) e Shanghai (-0,15%) ancora aperte.

17.40 - MILANO CHIUDE IN CALO DELLO 0,2%. Piazza Affari ha chiuso in leggero calo la seduta.
Il Ftse Mib ha lasciato sul terreno lo 0,2% a 19.605 punti. Gli ordini in vendita si sono concentrati su Luxottica (-3,6%), sulle voci di un divorzio dell'amministratore delegato Andrea Guerra da Leonardo Del Vecchio e su Bper (-3,36%).

15.43 - WALL STREET NEGATIVA. Apertura in territorio negativo per Wall Street, con il Dow Jones che è sceso dello 0,06%, a 16.910,09 punti, il Nasdaq che è sceso dello 0,19% a 4.519,13 punti, e lo S&P 500 che è calato dello 0,12%, a 1.979,16 punti.

15.32 - MILANO GIRA IN CALO. Piazza Affari ha girato in calo, il Ftse Mib ha ceduto lo 0,3% in attesa dell'apertura di Wall Street. Sempre sotto pressione Luxottica (-2,8%) ma la maglia nera spetta a Bper (-3,11%). Ha tenuto Telecom (+0,06%) e si è messa in luce Wdf (+1,47%).

14.18 - MILANO PRIMA IN EUROPA. È salita poco ma è rimasta prima in Europa Piazza Affari (Ftse Mib +0,1%), con Luxottica (-2,91%), che ha dimezzato il calo dopo le indiscrezioni sull'uscita di scena dell'amministratore delegato Andrea Guerra. Giù anche Bper (-1,93%) e Finmeccanica (-0,87%), mentre sono salite Wdf (+1,89%) ed Enel Gp (+2,08%) insieme a Snam (+1,36%) e Terna (+1,43%), favorite da un report di Berenberg. È tornata sopra la parità Fiat (+0,28%) nell'ultimo giorno per recedere dalla fusione con Chrysler. Stabile Unicredit, cauta Intesa (+0,19%).

13.52 - EUROPA STABILE. Hanno proceduto senza grandi variazioni le Borse europee in attesa di Wall Street, i cui futures sono stati contrastati in attesa dei verbali della Fed e con richieste settimanali di mutui tornate a crescere (+1,4%) dopo il precedente -2,7%. A parte Milano (+0,1%) e Madrid, invariata, sono in calo Londra e Francoforte (-0,4%), precedute da Parigi (-0,3%). Ha segnato il passo Luxottica (-2,91%) in Piazza Affari, mentre hanno guadagnato terreno Wdf (+1,89%), Enel Gp (+1,78%), Snam (+1,36%) e Terna (+1,22%).

12.26 - PIAZZA AFFARI IN PARITÀ. Si è riportata in parità Piazza Affari (Ftse Mib +0,03% a 19.652 punti) dopo oltre tre ore, con Luxottica che ha ridotto il calo (-2,17% a 39,67 euro), dopo lo scivolone (-6%) su indiscrezioni di un possibile addio dell'amministratore delegato Andrea Guerra. Il gruppo, che non ha commentato le notizie, ha confermato l'esistenza di un confronto sulle strategie tra Guerra ed il presidente Leonardo Del Vecchio in atto «da tempo». In rialzo Snam (+1,22%) e Terna (+1,01%) dopo un report di Berenberg, cauta Fiat (-0,14%).

11.58 - LUXOTTICA RIDUCE IL CALO. Ha ridotto il calo in Piazza Affari Luxottica dopo il 'no-comment' di un portavoce dell'azienda sulle indiscrezioni di stampa relative alle possibili dimissioni dell'amministraotre delegato Andrea Guerra entro l'anno. Il titolo ha ceduto il 2,81% a 39,41 euro, dopo aver subito un calo di oltre il 6% in apertura. Secondo il portavoce, «da tempo il presidente Leonardo Del Vecchio e l'Ad Andrea Guerra si stanno confrontando sulle migliori strategie future del gruppo».

11.13 - PIAZZA AFFARI VOLATILE. È stata volatile Piazza Affari dopo due ore di scambi, con il Ftse Mib (-0,13% a 19.619 punti) in oscillazione tra rialzo e ribasso dietro a Fiat (-0,3%), che ha tentato un rimbalzo (+0,4%) dallo scivolone della vigilia, nell'ultimo giorno utile per il recesso degli azionisti sulla fusione con Chrysler. Pesante Luxottica (-4,44%) dopo le indiscrezioni sull'addio dell'amministratore delegato Andrea Guerra. Bene Snam (+1,27%) e Terna (+0,79%) spinte da un report di Berenberg, caute Intesa e Unicredit (+0,9% entrambe).

10.00 - PIAZZA AFFARI GIRA IN POSITIVO. Borse europee fiacche, al di sotto della parità tranne Milano (+0,09%), tecnicamente in rialzo insieme a Madrid (+0,18%), in attesa dei verbali del Comitato federale della Fed previsti per le 20. Londra (-0,18%) è in coda a Parigi (-0,13%) e Francoforte (-0,11%). Cedono gli automobilistici Continental (-1,07%) e Daimler (-0,68%) a differenza di Fiat (+0,42%), che tenta il rimbalzo dopo lo scivolone della vigilia. Bene Siemens (+0,95%) dopo la raccomandazione d'acquisto di Goldman.

9.30 - LUXOTTICA SPINGE MILANO IN RIBASSO. Gira in negativo Piazza Affari (Ftse Mib -0,4% a 19.561 punti) in una giornata in cui l'unico stimolo sembrano essere le indiscrezioni di stampa, non smentite dal Gruppo, sulle dimissioni dell'amministratore delegato di Luxottica Andrea Guerra. Il titolo cede il 5,57%, in coda a una lunga serie di segni meno, da Eni (-0,49%) a Buzzi (-1,05%), da Mediolanum (-1%) a Wdf (-1%). Caute Unicredit (-0,18%), Banco Popolare (-0,45%) e Bpm (-0,46%), insieme a Fiat (-0,07%), dopo lo scivolone della vigilia.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso