Economia 20 Agosto Ago 2014 1708 20 agosto 2014

Pensioni e stipendi Pa accendono l'autunno

I sindacati stanno già affilando le armi. E avvertono: ci mobiliteremo, la pazienza è finita.

  • ...

Quello che si prospetta è un autunno caldo, caldissimo, specie sul fronte stipendi statali e pensioni. I sindacati stanno già affilando le armi dopo la notizia apparsa sulla stampa di una nuova proroga per altri due anni del blocco degli stipendi dei dipendenti pubblici. Intervenire sul salario degli statali «è un errore madornale», dicono  in coro i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil del pubblico impiego, che chiedono «una smentita da parte del presidente Renzi e della ministra Madia». Altrimenti, annunciano, ci sarà una «reazione fortissima  e  la ripresa dei lavori  avverrà  in un clima incandescente». IL FRONTE PENSIONI Altro fronte caldo è quello delle pensioni. «È il momento di lasciare in pace i pensionati, che hanno perso il 30% del potere d'acquisto negli ultimi 15 anni, grazie alle manovre dei vari governi», ha tagliato corto Carla Cantone, segretario generale Spi Cgil. «Non sono d'accordo a intervenire sulle retributive», sottolinea. In caso contrario, aggiunge, «ci mobiliteremo, la pazienza è finita».

Correlati

Potresti esserti perso