Economia 22 Agosto Ago 2014 1710 22 agosto 2014

Fed, non è tempo per un aumento dei tassi

Dal simposio dei banchieri centrali la Yellen non si sbilancia.

  • ...

Dal summit delle Banche centrali di Kansas City arrivano indicazioni soft sulla svolta monetaria della Federal Reserve. «Se i progressi economici e sul mercato del lavoro saranno più  rapidi del previsto si potrebbe aver un aumento dei tassi prima delle attese. Se invece dovessero essere più lenti, l'aumento dei tassi potrebbe avvenire più tardi delle attese», ha detto Janet Yellen, presidente della Fed. LAVORO ANCORA AL PALO Confermato, dunque il sostegno all'economia Usa, che «Ha compiuto considerevoli progressi dal punto di vista del lavoro, ma resta ancora significativa una sotto utilizzazione delle risorse» ha aggiunto la Yellen, sottolineando che una ripresa completa del mercato del lavoro resta difficile data la «profondità dei danni» causati dalla recessione. «Significativi fattori strutturali hanno avuto impatto sul mercato del lavoro, incluso l'invecchiamento della popolazione e altri trend demografici, quali la 'polarizzazione', ovvero la riduzione dei posti di lavoro con competenze medie» ha precisato ancora il numero uno della Fed. A OTTOBRE FINE DEL PIANO DI ACQUISTO DI ASSET «Non c'è una ricetta semplice per un'appropriata politica monetaria» ha detto ancora la Yellen che con il suo intervento ha cercato di non sbilanciarsi. Resta inteso che con ottobre, come da tabella di marcia, si esauriranno gli acquisti di bond con il compimento del tapering.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso