Borsa 121210102301
MERCATI 4 Settembre Set 2014 1530 04 settembre 2014

Borsa, Piazza Affari e spread: live del 4 settembre 2014

Euforia dopo il taglio dei tassi Bce. Euro ai minimi da luglio 2013.

  • ...

Un operatore di Borsa al lavoro.

Piazza Affari e mercati europei euforici nella seduta del 4 settembre dopo il nuovo taglio dei tassi da parte della Bce. L'indice Ftse Mib ha guadagnato il 2,8%, davanti a Parigi e Madrid (+1,5%), Francoforte e Londra.
SPREAD IN PICCHIATA. Lo spread Btp/Bund è in picchiata a 138 punti con il rendimento al 2,34%. Il nuovo record porta il decennale italiano sotto i livelli del T-Bond americano che anche per effetto del deprezzamento dell'euro ora paga un rendimento di 2,41% con uno spread di 149 punti.
EURO AI MINIMI DAL 2013. L'euro è sceso ai minimi dal luglio 2013 dopo il taglio deciso dalla Bce. L'euro è scivolato sul dollaro a 1,3038.
MERCATI ASIATICI NEGATIVI. Seduta negativa per le principali Borse di Asia e Pacifico. Tokyo ha ceduto lo 0,33%, Hong Kong lo 0,17% e Sidney lo 0,44%. In controtendenza Shanghai (+0,67%) e Seul (+0,25%).

17.33 - MILANO CHIUDE A +2,82%. Seduta ampiamente positiva per la Borsa di Milano: l'indice Ftse Mib ha chiuso in aumento del 2,82% a 21.419 punti, sui massimi della giornata.

16.17 - MILANO ACCELERA A +2,4%. Nuova accelerazione dell'indice principale della Borsa di Milano dopo i dati Usa sul settore dei servizi ad agosto, risultati superiori alle attese. L'Ftse Mib sale ora del 2,42%.

15.35 - WALL STREET APRE POSITIVA. Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,13% a 17.102,52 punti, il Nasdaq avanza dello 0,20% a 4.581,82 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,1% a 2.003 punti.

14.39 - SPREAD SCENDE A 138. Durante il discorso del presidente della Bce, Mario Draghi, dopo il taglio dei tassi e con l'annuncio sugli Abs, lo spread tra Btp e bund tedeschi scende sotto quota 140 punti: il rendimento del titolo decennale italiano è ora al 2,30%.

14.37 - MILANO ACCELERA A +2%. Le Borse europee hanno riaccelerato dopo le prime parole di Mario Draghi in conferenza stampa: la più forte è Milano che ha toccato una punta di crescita del 2%, seguita da Parigi e Madrid che salgono oltre il punto e mezzo percentuale. Più caute Londra e Francoforte, che rimangono su un aumento al di sotto dell'1%.

13.59 - SPREAD IN CALO A 141 SOTTO I BOND USA. Lo spread Btp/Bund è in picchiata dopo il taglio della Bce sui tassi di riferimento. Ora è sceso a 141 punti mentre il rendimento è di 2,33%. Il nuovo record porta il decennale italiano sotto i livelli del T-Bond americano che anche per effetto del deprezzamento dell'euro ora paga un rendimento di 2,41% con uno spread di 149 punti.

13.53 - EURO AI MINIMI DA LUGLIO 2013. L'euro scende ai minimi dal luglio 2013 dopo il taglio deciso dalla Bce. L'euro è scivolato sul dollaro a 1,3038.

13.50 - EUROPA POSITIVA DOPO BCE, MILANO +1,4%. Borse europee positive dopo la decisione della Bce di tagliare i tassi. Milano accelera e l'indice Ftse Mib guadagna l'1,4% a 21.126 punti, davanti a Parigi e Madrid (+0,5%) e Francoforte (+0,1%), mentre Londra sale dello 0,3%. I listini avevano già reagito alla decisione della Bank of England di lasciare i tassi invariati.

10.46 - PIAZZA AFFARI DEBOLE, 0,37%. Si è confermata debole Piazza Affari (Ftse Mib -0,37% a 20.753 punti) assieme alle altre Borse europee in attesa dell'annuncio della Bce sui tassi. Sul listino milanese è prevalso il segno meno, con le eccezioni di Moncler (+1,17%), Bpm (+0,74%), Ferragamo (+0,58%), Mediaset (+0,12%) e Intesa (+0,09%). Ha ridotto il calo Atlantia (-0,21%) dopo i dati sul traffico nella rete autostradale e a Fiumicino. Sotto pressione Yoox (-2,01%), Mps (-1,5%), Tod's (-1,41%), Bper (-1,23%) e Finmeccanica (-1,11%).

9.30 - PARIGI PRUDENTE, -0,29%. Anche la Borsa di Parigi ha aperto prudente in attesa delle decisioni del Consiglio direttivo della Bce. Dopo i primi scambi l'indice Cac 40 dei principali titoli ha perso lo 0,29% scendendo a 4.409,16 punti.

9.29 - EUROPA CAUTA, ASPETTANDO LA BCE. Borse europee caute in attesa della decisione della Bce sui tassi. Milano (-0,09% a 20.813 punti) e Londra (-0,08%) fanno meglio di Parigi, Francoforte e Madrid, che hanno ceduto lo 0,3%. Contrastati i futures su Wall Street, con Dow Jones in calo e Nasdaq in recupero, in attesa di una lunga serie di dati macro. Dall'Ue è attesa la fiducia dei manager acquisti del commercio al dettaglio, dagli Usa invece arrivano indicatori su occupazione e fiducia, oltre alla bilancia commerciale di luglio.

9.22 - FRANCOFORTE PERDE LO 0,37%. I dati sull'incremento degli ordini nel manifatturiero in Germania non hanno entusiasmato la Borsa di Francoforte, che ha aperto con segno negativo in attesa delle decisioni di politica economica che la Bce vorrà prendere. Dopo i primi scambi l'indice Dax dei maggiori titoli ha perso lo 0,37% scendendo a quota 9.591,43 punti.

9.16 - PIAZZA AFFARI TENTA LA RISALITA. Tenta la risalita Piazza Affari dopo un avvio in calo. L'indice Ftse Mib ha ceduto infatti lo 0,1% a 20.812 punti, sostenuto parzialmente da Moncler (+1,33%), Fiat (+0,53%), Medaset (+0,44%), Intesa (+0,43%) ed Eni (+0,16%). Deboli invece Tod's (-1,41%), Cnh (-0,68%), Prysmian (-0,58%) ed Exor (-0,52%). Tra i titoli a media capitalizzazione è salita Parmalat (+0,55%), dopo l'acquisizione della brasiliana Brf Dairy a un prezzo (610 milioni di euro) inferiore al fatturato (880 mln) di quest'ultima.

9.15 - LONDRA INVARIATA, -0,09%. La Borsa di Londra ha aperto pressoché invariata (-0,09%) in attesa delle decisioni delle decisioni della Banca d'Inghilterra e della Bce. All'apertura l'indice Ftse-100 si è portato a 6.867,71 punti.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso