Economia 4 Settembre Set 2014 1526 04 settembre 2014

Perché il taglio dei tassi non pesa sul Bot people

  • ...

I Btp hanno, al netto di costi e fisco, ormai rendimenti vicino allo zero. Ma al Bot people interessa seguire le vicende che caratterizzano la finanza d’area euro, in questo caso, e quella internazionale, in generale? In primis, forse, occorre sgombrare il campo dalla definizione di Bot people. Da qualche mese a questa parte, dal momento in cui la Bce ha deciso di penalizzare con commissioni negative le banche che intendessero depositare liquidità prezzo la stessa Bce, in effetti i veri sottoscrittori di Bot sono gli investitori istituzionali, banche e altri soggetti simili, alla ricerca di una remunerazione, ancorché minima, della loro liquidità. IL RENDIMENTO DEL BTP SCENDE ANCORA Non cambiano però i possibili effetti che potrebbero verificarsi sui prezzi dei Btp o di altri titoli di Stato o di obbligazioni societarie presenti nei portafogli dei risparmiatori. Le decisioni prese dalla Bce o da altri organi internazionali hanno come obiettivo ridare forza all’economia o frenare aumenti eccessivi del costo della vita. Nel primo caso, ed è ciò che dovrebbe verificarsi in area euro, la Bce potrebbe dar vita ad operazioni in grado di far ripartire la produzione nei Paesi in difficoltà e, generalmente, agire sul livello dei tassi d’interesse. Riducendoli ancora, gli effetti sui prezzi dei Btp sarebbero positivi. Seppure in forma contenuta, perché i rendimenti sono già talmente bassi che gli scostamenti all’ingiù possono essere solo modesti. Una simile notizia quindi favorirebbe ancora gli investitori che detengono emissioni a cedola fissa, simili in pratica ai Btp.

Correlati

Potresti esserti perso