Mario Draghi 140508194233
ECONOMIA 5 Settembre Set 2014 1130 05 settembre 2014

Ft: «Draghi contrattacca, ma le difficoltà restano»

Il quotidiano britannico sulle misure Bce: «Non siano alibi».

  • ...

Mario Draghi, presidente della Bce.

Mario Draghi ha lanciato «la sua controffensiva» contro il rischio deflazione e una domanda debole dell'Eurozona. Lo scrive il Financial Times in un editoriale commentando le misure straordinare effettuate dalla Banca Centrale Europea cioé il taglio dei tassi al nuovo minimo storico dello 0,05 e altre misure come gli acquisti dei titoli Abs.
UN PIANO NON PRIVO DI DIFFICOLTÀ. Per il quotidiano londinese le mosse del numero uno dell'Eurotower «non sono prive di difficoltà». Per prima cosa gli acquisti di Abs (Asset backet security) devono essere abbastanza ampi per fare la differenza e permettere così alle banche di liberare il capitale di rischio ed essere disposte a concedere più prestiti. In secondo luogo bisogna fare i conti con coloro che sono contrari alle «misure straordinarie» le quali, come aveva annunciato lo stesso Draghi, «non sono state decise all'unanimità». Perché, sottolinea il giornale britannico «la preoccupazione è che le misure non convenzionali allenteranno la pressione sui Paesi in crisi, come l'Italia, a fare dolorose riforme strutturali».
WSJ: «ALIBI DEI PAESI PER NON FARE RIFORME». Della stessa linea di pensiero è il Wall Street Journal. «I politici continuano ad usare Draghi per schivare le proprie responsabilità a fare riforme pro-crescita» afferma il quotidiano statunitense, aggiungendo che da una parte Draghi continua a ripetere quanto sia fondamentale che i Paesi attuino riforme strutturali, ma poi «queste riforme non arrivano mai. Ed ora i governi hanno un'altra scusa per non farle mentre aspettano l'avvio del piano di acquisti Abs».
«Il grande problema economico dell'Europa - continua il Wsj - è una classe politica che non vuole affrontare gli ostacoli strutturali che impediscono la crescita e che non hanno niente a che vedere con la politica monetaria», dove a pesare sono soprattutto «l'alta pressione fiscale, norme restrittive sulle imprese, un rigido mercato del lavoro''. Per questo il quotidiano statunitense conclude che «a Draghi vengono chiesti miracoli che non può fare».

Correlati

Potresti esserti perso