Raffaele Cantone 140607191911
MALAFFARE 7 Settembre Set 2014 1257 07 settembre 2014

«Confindustria, corrotti via»

Cantone agli industriali: «Chi sgarra vada fuori».

  • ...

Raffaele Cantone.

Confindustria deve avere nella lotta alla corruzione lo stesso ruolo che ha avuto nella lotta alla mafia. Per combattere quella 'battaglia culturale' necessaria a sconfiggere il malaffare, auspicata dal presidente dell'Authority anticorruzione Raffaele Cantone. In Sicilia l'associazione datoriale ha deciso di espellere i collusi con la criminalità organizzata, lo stesso dovrebbe fare con chi si rende responsabile di fatti di corruzione.
NORME BUONE, MA MIGLIORABILI. Il magistrato, arrivando al Workshop Ambrosetti, ha affermato che «a livello legislativo è stato fatto abbastanza. Ovviamente sono convinto che ci sia bisogno di interventi con altre norme note, ad esempio sul falso in bilancio, sull’autoriciclaggio e sulla prescrizione». Ma oltre a ciò «sono convinto che ci sia bisogno di più cose insieme: prevenzione repressione ma soprattutto una battaglia culturale». Per Cantone «se passa l’idea che la lotta alla corruzione può essere conveniente, c’è la speranza do ottenere qualche risultato».

Ristorazione Expo, affidamento con paletti

Il magistrato anticamorra ha parlato anche dell'affidamento dei servizi di ristorazione per l'Expo. Dopo che la gara è andata deserta, si va verso l'affidamento diretto. Cantone avverte che ci saranno dei paletti. «La trattativa privata per quanto riguarda le strutture e la ristorazione è purtroppo un’ipotesi perché due gare deserte impongono di passare a un meccanismo alternativo e su questo porremo una serie di condizioni». Sui due bandi senza offerte è stata chiesta una relazione. «A una prima lettura mi sembraconsentissero alle aziende di fare offerte anche ampie, ma mi riservo di dirlo quando avrò chiaro quello che c’è scritto».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso