Carlo Cottarelli 140908064834
INDISCREZIONE 8 Settembre Set 2014 0645 08 settembre 2014

Spending review, Cottarelli taglia 20 miliardi e poi lascia

Pronto il piano ridurre la spesa pubblica. Quindi l'addio.

  • ...

Il commissario alla spending review, Carlo Cottarelli.

Giusto il tempo per racimolare 20 miliardi di euro con i tagli e poi l'addio. Sarebbe questo il destino del commissario alla revisione della spesa Carlo Cottarelli secondo il Corriere della Sera, che ha riproposto le indiscrezioni sul futuro dell'economista impegnato nella spending review fin dal governo di Enrico Letta.
RILANCIO DELL'ITALIA. «Venti miliardi di tagli alla spesa pubblica si possono fare», ha fatto sapere Cottarelli, «in questo contesto i mille giorni del programma dell'esecutivo sono un tempo giusto». Insomma, il commissario resta ottimista sull'operazione con cui Matteo Renzi vuole finanziare il rilancio dell'economia, ma le voci del suo addio all'incarico non si placano.
TAGLI DAL 2015. Tuttavia, da quanto si è appreso, i 20 miliardi di tagli per il 2015 di cui ha parlato anche il premier Matteo Renzi, in realtà potrebbero non arrivare solo dalla spending review, ma dovrebbero includere anche una rimodulazione della spesa attuale. Presto Palazzo Chigi ha intenzione di fare chiarezza sul tema, ma gli obiettivi non sono distanti da quelli annunciati con 15 miliardi per il 2015 che salirebbero a oltre 30 nel 2016.
RITORNO AL FMI. Sull'addio di Cottarelli, però, è nebbia fitta. Il commissario non ha svelato se sono vere le voci che lo vogliono lontano dall'incarico, ma non è un mistero che voglia tornare al Fondo monetario internazionale, anche se Renzi gli ha chiesto di rimanere.
Fonti del quotidiano di via Solferino, tuttavia, sostengono che Cottarelli possa già fare rotta su Washington entro pochi giorni.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso