Economia 9 Settembre Set 2014 1157 09 settembre 2014

Assogestioni, raccolta record a luglio

  • ...

Domenico Siniscalco L'industria del risparmio gestito archivia il mese di luglio 2014 con un incremento della raccolta netta di 15,3 miliardi di euro. Lo rende noto Assogestioni, presieduta da Domenico Siniscalco, evidenziando che le masse complessive segnano un nuovo massimo storico appena sotto i 1.480 miliardi di euro. In particolare la raccolta dei fondi aperti a luglio cresce di 11,2 miliardi (+7,3 miliardi a giugno), mentre quella dei mandati istituzionali segna +2,9 miliardi, dimezzandosi rispetto ai 5,8 miliardi del mese precedente. SOTTOSCRIZIONI A QUOTA 75,7 MILIARDI. Secondo la mappa mensile del risparmio gestito, da inizio anno le sottoscrizioni hanno raggiunto quota 75,7 miliardi. Quanto al patrimonio, il 54% delle masse, circa 802 miliardi, è investito nelle gestioni di portafoglio, tra le quali - spiega Assogestioni - spiccano i mandati istituzionali (698 milioni), seguono le gestioni retail a quota 105. Tra le gestioni collettive, pari a circa 677 miliardi, dominano i fondi aperti con 635 milioni di euro. Tra questi ultimi, sono ancora i fondi flessibili a trainare la raccolta mensile, con 4,4 miliardi di euro a luglio (4 miliardi a giugno), mentre i flussi degli azionari sono più che triplicati (2,5 miliardi da 690 milioni di giugno) e si raddoppia la raccolta per gli obbligazionari (3,2 miliardi da 1,5 miliardi). Gli hedge fund invece registrano una raccolta negativa per 37 milioni contro i 911 milioni di giugno. I fondi di diritto italiano raccolgono 4,4 miliardi e quelli esteri 6,8 miliardi.

Correlati

Potresti esserti perso