Economia 9 Settembre Set 2014 1106 09 settembre 2014

Cdp, Gorno Tempini: un piano per aggregazioni

  • ...

Cassa depositi e prestiti Cassa depositi e prestiti vuole far ripartire il risiko delle piccole municipalizzate con 500 milioni di euro da destinare al consolidamento del mercato. "Questo - ha detto il Ceo di Cdp, Giovanni Gorno Tempini - è uno dei settori chiave per gli investimenti nelle infrastrutture che il Paese necessita e per facilitare il processo abbiamo messo da parte idealmente mezzo miliardo" di euro. Tuttavia, ha concluso, «ad oggi di progetti industriali non ne ho visti». Gorno Tempini ritiene, quindi, che in Italia «molto viene fatto attraverso» le piccole municipalizzate. Si tratta di un settore «estremamente frammentato e pertanto è difficile trovare le dimensioni critiche per attirare capitale per fare quegli investimenti di cui c'è bisogno». E parlando di Cdp ha aggiunto: «Non stiamo cercando municipalizzate che cercano di fare cassa - ha aggiunto -. Vogliamo importanti consolidamenti che abbiano una view industriale. Abbiamo detto - ha proseguito intervenendo a margine dell'Italian infrastructure Day 2014 in Borsa italiana - che per facilitare questo processo abbiamo idealmente messo da parte mezzo miliardo di euro per aiutare questo tipo di progetti. Lo abbiamo detto alla fine dell'anno scorso e lo ribadiamo a distanza di un anno. Però questo significa avere dei progetti industriali, non delle logiche finanziarie». Il Ceo di Cdp, che non si è voluto sbilanciare sul dossier sotto la lente del Fondo strategico italiano (Fsi), ha quindi spiegato che ad ''oggi progetti non ne abbiamo visti. Possono essere articolati in diverso modo: si può ragionare per fusioni ma anche per settori. La finanza è lo strumento per raggiungere l'obiettivo».

Correlati

Potresti esserti perso