Economia 10 Settembre Set 2014 0856 10 settembre 2014

Ferrari, Marchionne è il nuovo presidente

  • ...

Sergio Marchionne Luca Cordero di Montezemolo ha lasciato su sua richiesta la presidenza della Ferrari. Sergio Marchionne è il nuovo presidente. Si è consumato così con un laconico comunicato di Fiar Crysler il divorzio tra il manager che era presidente della Ferrari dal 1991. La data prevista per il suo addio è stata fissata: 13 ottobre 2014 a conclusione del festeggiamento dei 60 anni della Ferrari in America. «Montezemolo - si legge nella nota del Lingotto - ha portato l'azienda a conseguire risultati molto importanti sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista sportivo. Una lunga storia di grandi successi alla Ferrari dove Montezemolo ha raggiunto traguardi di assoluto rilievo, con un team di eccellenza mondiale». Adesso per la scuderia di Maranello si profila un altro futuro che Economiaweb.it ha ricostruito qui. MONTEZEMOLO: «È LA FINE DI UN EPOCA» Lì'ex presidente Ferrari ha affodato a un comunicato il suo saluto «La Ferrari è la più bella azienda del mondo e per me è stato un grande privilegio e onore esserne stato il leader. Le ho dedicato tutto il mio impegno ed entusiasmo e insieme alla mia famiglia ha rappresentato e rappresenta la cosa più importante della mia vita» ha scritto Luca Cordero di Montezemolo che ha rivolto un pensiero ai tifosi «che non hanno mai fatto mancare alla Scuderia il loro entusiasmo soprattutto nei momenti più difficili». FERRARI DIVENTA UN PEZZO IMPORTANTE DI FCA Quanto al futuro di Ferrari, Montezemolo ha detto: «La Ferrari avrà un ruolo importante all'interno del gruppo Fca e nella quotazione a Wall Street. Si aprirà quindi una fase nuova e diversa che credo giusto debba essere guidata dall'ad del gruppo». Per questo Montezmolo ha spiegati di aver deciso di lasciare la presidenza «dopo quasi 23 anni meravigliosi e indimenticabili, dopo quelli passati a fianco di Enzo Ferrari negli anni Settanta». E poi ha ringraziato «donne e uomini eccezionali in fabbrica, negli uffici, nei campi di gara, sui mercati di tutto il mondo che sono stati i veri artefici in questi anni della grande crescita dell'azienda, delle tante memorabili vittorie e del successo del marchio diventato grazie a loro uno dei più forti al mondo» ha detto. Montezemolo ha poi riservato un saluto e un ringraziamento a tutti i partner tecnici e commerciali, ai dealer di ogni Paese e in modo particolare ai clienti e ai collezionisti. E Ha chiuso con un augurio agli azionisti: «In particolare a Piero Ferrari che mi è stato sempre vicino, e a tutte le persone dell'azienda ancora tanti anni di successo che la Ferrari merita». MARCHIONNE: «INCOMPRESIONI, MA LO RINGRAZIO». La risposta di Marchionne è arrivata via comunicato con l'ammissione della frizione trai  manager: «Lo ringrazio per quanto fatto per la Fiat per la Ferrari e per me». ha scritto. «Del futuro della Ferrari io e Luca abbiamo discusso a lungo. Il nostro comune desiderio di vedere la Ferrari esprimere tutto il suo vero potenziale in pista ci ha portato ad alcune incomprensioni che si sono manifestate pubblicamente nello scorso weekend». E sull'uscita di Montezemolo il presidente del Lingotto John Elkann ha detto: «Desidero ringraziare Luca a nome della mia famiglia e a titolo personale per quanto ha fatto per la Fiat e la Ferrari. A Luca vanno i miei auguri per il suo futuro professionale e imprenditoriale, con la speranza, certamente condivisa, di vedere presto la Ferrari tornare a vincere».

Correlati

Potresti esserti perso