Lupi 140807103154
ACCORDO 11 Settembre Set 2014 1952 11 settembre 2014

Alitalia-Etihad, Lupi: «Verso notifica Ue»

Il ministro: «Hogan punta su Malpensa».

  • ...

Maurizio Lupi.

L'accordo tra Alitalia ed Etihad è sempre più vicino, manca solo l'avallo dell'Unione europea: «Credo che la prossima settimana verrà notificato», ha annunciato l'11 settembre il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi, «in modo che la Commissione Ue possa esprimersi».
Al termine dell'incontro con il Ceo di Etihad, James Hogan, Lupi ha aggiunto che entro fine settembre ha in programma un incontro col commissario Ue Almunia.
«REGOLAMENTI RISPETTATI». Lupi ha ricordato di averlo già incontrato a Cernobbio e sull'operazione al vaglio dell'Ue ha ribadito: «Siamo assolutamente certi che siano stati rispettati tutti i regolamenti previsti. Una volta notificato l'accordo, l'Ue ha tempi certi in cui esprimersi. Il closing dovrebbe avvenire entro novembre».
A proposito di Hogan, Lupi ha osservato: «Mi sembra stia facendo un lavoro molto positivo in azienda e mi ha detto che loro sono molto convinti che il personale possa essere formato e contribuire a Etihad». Nell'incontro non si è parlato di Montezemolo, ha puntualizzato il ministro, aggiungendo che l'amministratore delegato designato, Silvano Cassano, «dalla prossima settimana affiancherà il management».
Sui piani di Etihad, Lupi ha aggiunto: «Hogan mi ha ribadito che scommette molto su Malpensa, sia per i passeggeri che per il merci».
DECRETO LINATE IN FUNZIONE EXPO. Nell'incontro tra i due si è parlato anche del decreto Linate: su questo, ha spiegato Lupi, «proseguiremo in questa settimana gli incontri tecnici Sea-Alitalia. Non potrà che riguardare tutti, sarà fatto in funzione Expo e non riguarderà i Paesi extra Ue».
Secondo il ministro, poi, Hogan «si è detto molto contento dell'incontro avuto con i sindacati, cui ha illustrato il piano industriale, c'è stata molta condivisione sul piano. È convinto che gli obiettivi del piano industriale potranno essere raggiunti e lo scopo è di coinvolgere tutti i dipendenti. Si è parlato delle questioni aperte, tra cui l'Ue».
SI RAFFORZA IL SOSTEGNO A MONTEZEMOLO. Intanto, si è rafforzato il sostegno a Montezemolo come possibile presidente della nuova Alitalia.
È arrivato l'appoggio dell'attuale presidente Roberto Colaninno («Credo che sarà un'ottima opportunità avere un manager della sua esperienza come presidente»), che ha confermato la propria uscita: «Dopo quattro anni ritengo il mio impegno e la mia funzione esaurita», ha detto Colaninno, che torna a occuparsi di Piaggio e delle altre aziende.

Correlati

Potresti esserti perso