Economia 11 Settembre Set 2014 1305 11 settembre 2014

Le ferie ora si regalano al collega

  • ...

Impiegate al lavoro. Arrivano le ferie solidali. È uno dei punti del Jobs Act che ha ottenuto il via libera dalla commissione Lavoro Senato l'11 settembre 2014. In pratica un collega potrà cedere i giorni di riposo in più  - eccedenti quelle previste dal contratto nazionale - al collega che ha un figlio minore che «necessita di presenza fisica e cure costanti per le particolari condizioni di salute». L'emendamento era stato presentato da Emanuela Munerato (Lega). Ma come funziona? 1. LA COLLETTA DI TEMPO VALE PER MAMME E PAPÀ Le ferie possono essere regalate sia alla mamma, sia la papà del minore in difficoltà. L’idea è quella di una sorta di colletta da parte dei colleghi di lavoro per consentire ai genitori di restare a casa, ad assistere un figlio malato e dopo il via libera della commisione Lavoro al Senato è entrato nel disegno di legge delega sul lavoro, il cosidetto Jobs act. 2. È LA REPLICA DI UNA NORMA FRANCESE: LA LEGGE MATHYS L'emendamento presentato dalla Lega Nord è la replica di una norma approvata dall’Assemblea Nazionale parigina e ribattezzata «legge Mathys» dal nome di un bambino di 10 anni la cui vicenda aveva molto colpito l’opinione pubblica francese aprovata  amaggio 2014. Mathys era figlio di Christophe Germain, un lavoratore dello stabilimento Badoit di Saint Galmier, ed era malato di tumore. Nel 2009, dopo l’ennesima ricaduta, il padre aveva utilizzato tutti i giorni di vacanza e di permesso a sua disposizione e non aveva più tempo lavorativo retrivbuito per assisterlo. È nata così l’iniziativa, concordata tra l’azienda e i colleghi, di poter rinunciare ai giorni di permesso retribuito e trasferirli a Christophe per consentirgli di restare vicino al piccolo Mathys. E così è stato fino alla fine. 3. VALE NEL PUBBLICO E NEL PRIVATO Secondo quanto prevede l'emendamento, in Italia si potrà dare a un dipendente pubblico o privato la possibilità di rinunciare a uno o più giorni di ferie per regalarli a un collega di ufficio o di reparto che abbia specifiche esigenze familiari. In dettaglio, nell’emendamento alla norma del Jobs act che tratta «di maternità e conciliazione dei tempi di vita e lavoro» si è stabilito, per ora, di garantire questa possibilità in caso di figli minori affetti da gravi malattie, patologie, handicap o vittime di incidenti che necessitino di presenza fisica e cure.

Correlati

Potresti esserti perso