Economia 15 Settembre Set 2014 1247 15 settembre 2014

Sorpresa, il posto in banca c'è

  • ...

Il gruppo Credem ha inserito 300 gionani in banca dal 2011 al 2014. Adesso ha lanciato un reclutamento per 100 assunzioni di giovani under 30 entro il 2015. Gli esuberi bancari sono un leit motiv degli ultimi 5 anni. Eppure c'è ancora chi assume. A farlo è Credem, istituto emiliano con 637 filiali  in tutta Italia , che ha lanciato il reclutamento di 100 i giovani al di sotto dei 30 anni. L'obiettivo è farli entrare in banca entro la fine del 2015 secondo la strategia di crescita della banca, realizzata anche con importanti investimenti nel potenziamento dell’organico ed in particolare dei ruoli commerciali. Ma non è una novità per Credem: negli ultimi tre anni la banca ha inserito circa 300 giovani e 130 esperti. LAUREA E CAPACITÀ COMMERCIALI COME REQUISITI L’offerta di lavoro è indirizzata sia alla rete commerciale sia alla direzione centrale ed è rivolta prevalentemente a Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Lazio e Sardegna. Va bene anche il diploma di scuola superiore, ma la laurea in discipline economiche, scientifiche e giuridiche è un requisito che può fare la differenza. L’iter di inserimento prevede una fase di pre-selezione a cui segue successivamente una giornata di colloquio di gruppo per rilevare le attitudini dei candidati, le aspettative di carriera e le motivazioni, oltre alla coerenza di tutti questi elementi con i valori e gli obiettivi aziendali. IL 20% DEI DIRETTORI DI FILIALE HA MENO DI 35 ANNI Si entra come operatore di sportello, poi si può fare carriera in ambito commerciale come gestore clientela privati e small business, per poi eventualmente passare a funzioni di coordinamento in rete oppure all’interno di uffici di direzione centrale, fino ad arrivare a vere e proprie posizioni manageriali. All’interno della banca riveste molta importanza la job rotation, infatti il 50% dei neo assunti come operatori di sportello negli ultimi quattro anni oggi riveste un ruolo diverso a livello commerciale o di funzioni centrali. Inoltre, il 20% dei direttori di filiale ha meno di 35 anni e l’età media per questo ruolo è 44 anni.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso