Economia 16 Settembre Set 2014 1132 16 settembre 2014

Costo del lavoro Ue in aumento: +1,2%

  • ...

Nell'eurozona il costo orario del lavoro è cresciuto dell'1,2% su anno nel secondo trimestre. Lo stesso incremento è stato registrato nell'Ue nel suo insieme. Lo comunica Eurostat. Nel primo trimestre l'indice era salito dello 0,6% nei 18 e dell'1% nei 28. In Italia il costo è rimasto invariato (0,0%). I maggiori aumenti in Estonia (7,3%), Slovacchia (+6%), Lettonia (5,9%), Lituania (5,1%) e Romania (5%), i cali più marcati a Cipro (-3,9%) e Irlanda (-0,4%). Germania +1,7%, Francia +0,9%, Spagna +1,3%. Nel secondo trimestre del 2014 il job vacancy rate, l'indice dell'offerta di lavoro è rimasto stabile a 1,7% nella zona Euro, Ue-18. Lo rende noto Eurostat. Si tratta dello stesso dato registrato il trimestre precedente, ma conferma un piccolo balzo in avanti rispetto al 1,5% del secondo trimestre del 2013. Stabile anche il job vacancy rate, lo stesso indice ma dell'Unione Europea, Ue-28, fermo a 1,6.

Correlati

Potresti esserti perso