Mario Draghi 140904202126
EUROZONA 22 Settembre Set 2014 1526 22 settembre 2014

Crisi, Draghi: «La ripresa perde impulso»

Il presidente della Bce al parlamento europeo: «Riforme insufficienti».

  • ...

Mario Draghi, presidente della Bce.

La ripresa nella zona euro «sta perdendo impulso», la crescita del Pil «si è fermata nel secondo trimestre» e le informazioni sulle condizioni economiche ricevute durante l'estate «sono state più deboli del previsto».
Con queste parole pessimiste il presidente della Bce, Mario Draghi, è intervenuto al Parlamento Ue il 22 settembre, avvertendo che ora tocca ai governi attuare le riforme strutturali per ridare all'economia quello slancio che attualmente ha perduto.
«I rischi di riforme strutturali insufficienti possono pesare sugli investimenti», ha aggiunto Draghi. La Bce ha fatto la sua parte e non ci sta a fornire alibi ai politici che governano i Paesi dell'Eurozona e che si aspettano da Francoforte la soluzione alla crisi.
LE RIFORME VANNO ATTUATE. Crisi che, secondo il numero 1 dell'Eurotower, «finirà solo quando tornerà una piena fiducia nell'economia, quando le imprese torneranno ad assumere rischi, investire, creare lavoro. Questo dipende da molti fattori, inclusa la politica monetaria ma soprattutto dall'attuazione delle riforme che sosterrà la credibilità».
PRIORITÀ AGLI INVESTIMENTI. Draghi ha ricordato che nel Patto di stabilità «ci sono margini di flessibilità per tutti, chi non ha margini di bilancio può ridistribuire le priorità orientandole alla crescita, cioè dando priorità a investimenti, abbassando le tasse e pensando di ridurre la spesa improduttiva, chi ha spazio segua le raccomandazioni».
EFFETTO POSITIVO DEI 'TLTRO'. Il presidente della Bce si è anche soffermato sulla prima asta Tltro (targeted long term refinancing operations), l'assegnazione di liquidità a bassissimo costo alle banche per incentivarne la distribuzione a famiglie e imprese. «Se è troppo presto per valutare l'impatto dei Tltro sull'economia, si può già dire che il loro annuncio ha avuto un effetto notevolmente positivo sul clima dei mercati finanziari».

Correlati

Potresti esserti perso