Economia 22 Settembre Set 2014 1618 22 settembre 2014

Ubi Banca, social bond da 20 milioni

  • ...

Ubi Banca sostiene l'iniziativa "Aggiungi un pasto a tavola" Ubi Banca si prepara al lancio del social  bond “Ubi Comunità per Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII” pari a 20 milioni di euro. I proventi del collocamento saranno in parte devoluti all’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII per sostenere il progetto “Un Pasto al Giorno”. Il contributo fornito da Ubi finanzierà l’azione della Comunità fondata nel 1968 da don Oreste Benzi, che ogni giorno accoglie nelle proprie sedi persone in condizioni di bisogno, le assiste con mense di strada o  le raggiunge con la distribuzione diretta di generi alimentari. Nel 2013 l’Associazione ha garantito il pasto a   2.174 persone accolte nelle 346 strutture presenti sul territorio nazionale. L’importo corrisposto da UBI Banca, in caso di collocamento dell’intero ammontare del Social Bond, garantirebbe la copertura dei costi di circa 84.000 pasti. OBBLIGAZIONE MINIMA: MLLE EURO PER DUE ANNI. Le obbligazioni, emesse da UBI Banca, hanno taglio minimo di sottoscrizione pari a 1.000 euro, durata 2 anni, cedola semestrale, tasso annuo lordo pari allo 0,9% e possono essere sottoscritte dal 22 settembre   2014 al 31 ottobre 2014, salvo chiusura anticipata o estensione del periodo di offerta. Le obbligazioni non sono destinate alla quotazione in nessun mercato regolamentato o sistema multilaterale di negoziazione: saranno negoziate dai collocatori in contropartita diretta nell’ambito del servizio di negoziazione per conto proprio. Il tasso di remunerazione del social bond è allineato al rendimento di analoghe obbligazioni emesse da UBI   Banca e dei Titoli di Stato di pari durata. «Ormai da oltre due anni i Social Bond di UBI Banca sostengono progetti di elevato valore sociale», ha detto Rossella Leidi, vice direttore generale di Ubi Banca. «Comunità Papa Giovanni XXIII ne è un chiaro esempio: un’associazione efficace, attiva in tutta Italia, che si dimostra in grado di intervenire ogni giorno   rispondendo in modo specifico alle diverse forme di povertà». «Per la nostra Comunità», ha aggiunto Giovanni Ramonda, responsabile generale dell’Associazione, «la collaborazione con UBI Banca è, ora più che mai, preziosa. In un momento in cui la povertà è sempre più vicina, le famiglie italiane vivono situazioni di disagio, e il nostro Paese è meta di persone in fuga da luoghi funestati da guerre o conflitti interni, iniziative come questa ci consentono di avere le risorse per   garantire il cibo quotidiano alle persone da noi accolte. Per questo ringraziamo Ubi Banca e tutti coloro che   sottoscriveranno il Social Bond». LA STRATEGIA DI UBI BANCA. L’introduzione dei Social Bond rientra nella strategia commerciale del Gruppo UBI Banca di sostegno al Terzo Settore attraverso UBI Comunità, una piattaforma di servizi e strumenti dedicati, inter alia, a   organizzazioni non profit e istituzioni religiose. UBI Comunità è un innovativo modello di servizio che   si propone di offrire risposte tempestive ed efficaci alle esigenze del non profit attraverso prodotti   appositamente pensati per dare sostegno bancario e creditizio per la gestione quotidiana dell’attività, la   progettualità e gli investimenti.  Da aprile 2012 a oggi il Gruppo UBI Banca ha emesso 54 Social Bond UBI Comunità, per un controvalore   complessivo di oltre 565 milioni di euro, che hanno reso possibile la devoluzione di contributi a titolo di   liberalità per oltre 2,8 milioni di euro volti a sostenere iniziative di interesse sociale e lo stanziamento di   plafond per finanziamenti per 19,55 milioni di euro destinati a iniziative imprenditoriali e di inserimento   lavorativo promosse da imprese e cooperative sociali. PER SOSTENERE LA COMUNITA'. È possibile sostenere l’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII anche direttamente, effettuando   una donazione mediante un bonifico bancario sul conto corrente (Banca Popolare di Ancona - IBAN   IT94B0530824203000000003056 ), oppure attraverso l’Internet Banking Qui UBI (funzione “Bonifici   solidarietà”) o presso le filiali delle Banche del Gruppo UBI Banca con esenzione delle commissioni.

Correlati

Potresti esserti perso