Ansaldo 131115213904
SCENARI 24 Settembre Set 2014 1904 24 settembre 2014

Ansaldo, Bombardier insiste

Lutz Bertling: «Finmeccanica decida presto. La vendita può saltare».

  • ...

La sede di Ansaldo.

La multinazionale canadese Bombardier, partner del progetto Frecciarossa (anche per il treno superveloce Etr 1000) è ancora interessata ad Ansaldo Breda e probabilmente anche ad Ansaldo Sts.
Lo si è capito dalle parole del numero uno del gruppo, Lutz Bertling, secondo il quale il nuovo management di Finmeccanica potrebbe «trovare un'altra soluzione» rispetto alle offerte già presentate, in fase di avanzata analisi.
«Di acquisizioni non parliamo se le facciamo», ha detto l'amministratore delegato dell'impresa di Montréal, «su Ansaldo non sono sicuro che qualcosa succeda».
QUATTRO OFFERTE. Per l'attuale processo di vendita sono arrivate alla controllante Finmeccanica quattro offerte: dalla giapponese Hitachi, dalla cordata cinese Cnr-Insigma, dalla spagnola Caf e dalla francese Thales.
Forse l'unica offerta vincolante è quella di Thales, con tempi di una prima risposta da parte di Finmeccanica che si starebbero accorciando: dalle prime stime di fine ottobre a circa metà mese.
Il 25 settembre è prevista la riunione del Consiglio di amministrazione di Finmeccanica dedicato al nuovo assetto organizzativo con le maggiori società controllate che devono essere trasformate in divisioni.
Dall'Innotrans di Berlino, la principale rassegna del settore, Bombardier ha insistito: quella dell'attuale processo di vendita di Ansaldo Breda e Ansaldo Sts «è una questione che sta andando avanti da molto tempo ed è stata avviata da un management di Finmeccanica che ora non c'è più». ««Non sono sicuro che adesso succeda qualcosa, il nuovo management ha due strade: andare avanti con questo processo o trovare un'altra soluzione» ha spiegato Bertling rispondendo ai giornalisti.
«LA PARTITA NON È FINITA». L'amministratore delegato del gruppo canadese in Italia, Luigi Corradi è però già uscito allo scoperto: «Non penso che la partita sia finita: abbiamo sempre guardato a entrambe e nel caso guarderemo sempre a entrambe, ma è Finmeccanica che deve prendere la decisione».
Da Ansaldo Breda nessun commento. Maurizio Manfellotto, l'amministratore delegato della società ferroviaria, ha già risposto: «Sarebbe scorretto nei confronti di chi sta analizzando le offerte».

Correlati

Potresti esserti perso