Squinzi 140829125118
INDUSTRIA 24 Settembre Set 2014 1253 24 settembre 2014

Crisi, Squinzi: «Non vediamo ancora la domanda interna»

Il presidente di Confindustria: «Bisogna aiutare le imprese a investire».

  • ...

Il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi.

Il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, è intervenuto sulla situazione economica italiana, all'inaugurazione di Marmomacc, alla fiera di Verona. Sull'ipotesi di un piano del Governo per conferire il 50% del Tfr nella busta paga dei lavoratori ha commentato: «È una situazione molto complessa. Poi bisogna vedere quale drenaggio in termini di liquidità verrà fuori sulle imprese».
«DOMANDA RIPARTITA NEGLI USA». Parlando della situazione delle imprese, e rispondendo al ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan che ha invitato le imprese ad anticipare gli investimenti e a credere alle riforme del Governo, ha affermato: «Devono investire sulla propria attività. Bisogna quindi creare le condizioni per cui ci sia la fiducia e gli investitori italiani ed esteri ritornino ad avere fiducia in questo Paese e a fare gli investimenti».
Per il presidente di Confindustria, «la domanda interna, purtroppo, in questo momento non la vediamo ancora. Però ci sono Paesi dove è ripartita, soprattutto negli Usa».
«DIFFICILE FARE PROGRAMMAZIONE». «Le aziende italiane», ha proseguito, «avendo perso il 25% dei volumi produttivi dal 2007 si trovano tutte con capacità produttive non utilizzate. Da questo punto di vista è difficile programmare gli investimenti».
Sulla prima asta di liquidità della Bce dove le banche hanno chiesto e preso meno di quanto si aspettassero gli analisti ha detto: «Tecnicamente per me è difficile valutare, ma in termini generali credo che le banche italiane abbiano chiesto meno perché la nostra economia è depressa e i consumi interni non ripartono».

Correlati

Potresti esserti perso