Economia 24 Settembre Set 2014 1816 24 settembre 2014

Piazza Affari chiude positiva: +1,67%

  • ...

Piazza Affari a Milano Piazza Affari chiude la mattina in rialzo, tra le migliori in Europa, sostenuta dalle dichiarazioni del presidente della Bce Mario Draghi, che ha riaffermato la volontà di mantenere una politica monetaria distensiva nella zona euro. Il futures sul FTSEMib scadenza marzo è in rialzo di oltre 300 punti a 20.665.  L'indice FtseMib chiude in rialzo dell'1,67%, l'Allshare dell'1,47%.  Volumi per 2,9 miliardi di euro. In Europa l'indice FTSEurofirst 300 sale dello 0,76%. Francoforte è in rialzo dello 0,7%, Parigi dell'1,25%, Madrid dello 0,5%. A due velocità il settore lusso, volatile nelle ultime sedute. RIMBALZO TECNICO DOPO LA GIORNATA NEGATIVA. I trader parlano di rimbalzo generalizzato, che penalizza i titoli che hanno fatto meglio nelle ultime sedute.  Ieri il mercato era sottotono a causa dei dati macro deboli arrivati da Francia e Germania. Il presidente della Bce, Mario Draghi, ha detto che la politica monetaria della zona euro rimarrà accomodante per un lungo periodo e che l'obiettivo è far risalire l'inflazione intorno al 2%. CORRE FIAT E LUXOTTICA. Acquisti anche su Fiat (+2,14%) a differenza di Exor (-0,23%), a monte della catena di controllo. Bene Luxottica (+2,92%), in attesa del secondo Ad da affiancare ad Enrico Cavatorta, per completare l'organigramma del vertice dopo l'uscita di scena di Andrea Guerra. Acquisti anche su Snam (+2,65%), Eni (+2,55%), Bpm (+2,83%) e Telecom (+2,76%), a due giorni dal Cda. Bene A2a (+1,8%) in vista del consolidamento tra le utility, con Iren (+0,5%) indicata come possibile partner ed Acea (-1,3%) al palo. BENE I TITOLI DEL LUSSO, MONCLER IN CONTROTENDENZA. Acquisti su Tod's (+2,5%) dopo due giornate difficili in concomitanza con l'Investor Day di Milano, da cui è emersa la possibilità di un futuro scorporo di Hogan con possibile quotazione in Borsa del marchio. Vendite invece nel comparto del cemento, da Buzzi (-2,7%) a Cementir (-1,54%) e Italcementi (-0,69%). Prese di beneficio su Yoox (-2,95%), dopo il rialzo di oltre il 3% della vigilia, deboli Banco Popolare (-1,89%), Mediobanca (-1,25%), Mediaset (-1,12%) e Moncler (-1,02%). Tra i titoli a minor capitalizzazione sprint di Sabaf (+4,59%), che distribuirà a fine anno un dividendo straordinario di 1 euro per azione, a fronte dei 40 centesimi staccati a fine agosto. Deboli Zucchi (-4,11%), Sogefi (-3,46%) e Cattolica Assicurazioni (-3,25%).

Correlati

Potresti esserti perso