Economia 25 Settembre Set 2014 1646 25 settembre 2014

Aumento capitale Mps, Clarich: spero di no

  • ...

Marcello Clarich Il presidente della Fondazione Mps Marcello Clarich spera non sia all'orizzonte un nuovo aumento di capitale della banca, ma se invece si rendesse necessario l'ente valuterà al momento cosa fare.  «Spero non sia all'orizzonte, la banca ne ha appena fatto uno da 5 miliardi», ha detto Clarich a margine di un evento a Torino. Mps è stata indicata da diversi report come possibile candidata a una bocciatura negli Aqr e negli stress test condotti da Bce ed Eba. Per questo motivo potrebbe essere necessario un nuovo aumento di capitale.  Se ci dovesse essere la necessità, «andrà valutato al momento» cosa fare, ha poi aggiunto Clarich. La Fondazione Mps è azionista della banca senese con il 2,5% ed è legata da un patto di sindacato a Fintech (4,5%) e BTG Pactual (2%). INTEGRAZIONE CON FINTECH E BTG PACTUAL PREVISTA L'8 OTTOBRE. L'integrazione del Cda di Monte Paschi con l'ingresso dei due rappresentanti dei fondi Fintech e BTG Pactual, legati da un patto di sindacato alla Fondazione Mps, avverrà nel Cda in calendario per l'8-9 ottobre.  Lo ha detto il presidente dell'ente senese Clarich, a margine di un evento a Torino.  "L'operazione sarà fatta al prossimo Cda dell'8-9 ottobre", ha detto.  Lo scorso 11 settembre i consiglieri Marco Turchi e Paola Demartini, eletti in quota Fondazione Mps, hanno espresso la disponibilità a dimettersi consentendo il rispetto degli accordi del patto di gestione siglato con Fintech e Btg Pactual che prevede un riequilibrio dei membri del Cda a favore dei due fondi.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso