Mario Draghi 140925105544
DICHIARAZIONI 25 Settembre Set 2014 1054 25 settembre 2014

Bce, Draghi: «Pronti a nuove misure non convenzionali»

Il leader dell'Eurotower: «Sottovalutati gli effetti dell'inflazione bassa».

  • ...

Il presidente della Bce Mario Draghi.

Il consiglio direttivo della Bce resta «unanimemente determinato» ad adottare «ulteriori misure non convenzionali» per fronteggiare i rischi posti da un periodo troppo lungo di bassa inflazione. Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, a Vilnius, spiegando che alcuni dei fattori che le stime della Bce sull'inflazione hanno sottovalutato sono «la disoccupazione elevata e le dimensioni della capacità produttiva inutilizzata».
L'EURO FORTE FA MALE. Anche il forte apprezzamento dell'euro nei mesi passati ha «esacerbato» la caduta del tasso d'inflazione, ha spiegato il presidente della Bce con parole che secondo gli investitori aprono a un'ulteriore svalutazione della moneta unica, scesa sotto 1,27 dollari il 25 settembre.
La ripresa dell'Eurozona «sembra aver perso slancio di recente» e ci sono «rischi evidenti» posti dalle tensioni geopolitiche e da riforme insufficienti da parte dei governi, che invece devono «agire con decisione», ha detto Draghi in un'intervista al quotidiano lituano Verslo zinios.
SCHAEUBLE CONTRO ACQUISTO ABS. Ma le politiche dell'Eurotower continuano ad avere i loro detrattori in Germania. Il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble ha ribadito il suo scetticismo all'acquisto degli Abs, (Asset-backed security) obbligazioni negoziabili emesse a fronte di operazioni di cartolarizzazione, annunciato dalla Bce: «Non sono particolarmente contento dell'acquisto dei titoli cartolarizzati da parte della Bce», ha affermato parlando al Bundestag.

Correlati

Potresti esserti perso