Economia 25 Settembre Set 2014 1141 25 settembre 2014

Eni si aggiudica 3 nuove aree in Egitto

  • ...

L'Eni si è aggiudicata 3 nuove licenze esplorative in Egitto, che saranno formalmente assegnate in tempi brevi in seguito alla ratifica e finalizzazione degli accordi di concessione. «Sono molto soddisfatto per questo risultato, l'acquisizione di questi nuovi permessi esplorativi consolida ulteriormente la nostra presenza in Egitto, paese storicamente e strategicamente importante per Eni», ha commentato l'ad Claudio Descalzi. In particolare, spiega una nota, il gruppo petrolifero ha ottenuto la quota del 100% e l'operatorship del blocco onshore South-West Meleiha, nel deserto occidentale egiziano, adiacente alla licenza Meleiha Development Lease, partecipata dalla società. La nuova licenza si estende su una superficie di 2.058 chilometri quadrati. L'Eni diventerà inoltre operatore dei blocchi 9 e 8, situati nell'offshore profondo del Mar Mediterraneo al confine con le acque di Cipro. Del Blocco 9, denominato anche Nord Leil Offshore, che copre un'area di 5.105 chilometri quadrati ed è localizzato ad una profondità d'acqua tra i 2.100 e i 2.800 metri, Eni deterrà la quota del 100%. Del Blocco 8, denominato anche Karawan Offshore, che si estende su una superficie di 4.565 chilometri quadrati ed è localizzato ad una profondità d'acqua tra i 2.000 e i 2.500 metri, Eni deterrà la quota del 50%, in partnership con BP (50%). Eni è presente in Egitto dal 1954 ed è attualmente il principale produttore internazionale del Paese, con una produzione in quota propria pari a circa 220.000 barili di olio equivalente al giorno.

Correlati

Potresti esserti perso