Economia 25 Settembre Set 2014 1838 25 settembre 2014

Piazza Affari chiude in calo dell'1,35%

  • ...

Piazza Affari Seduta negativa per la Borsa di Milano. Il listino milanese, alla pari degli altri mercati europei e d'Oltreoceano, ha invertito rotta a metà giornata chiudendo in calo dell'1,35% a 20.411 punti. I mercati si sono appesantiti man mano che Wall Street (il Dow Jones perde l'1,29%) ha ampliato le perdite. Francoforte è stata la peggiore con un calo dell'1,5%. Le vendite sono iniziate dopo l'apertura dei mercati Usa, nonostante i dati macroeconomici fossero in linea con le attese (ordini di beni durevoli) o addirittura positivi (sussidi disoccupazione); e in concomitanza alle parole del governatore della Banca d'Inghilterra che ha anticipato il ritorno ad una stretta dei tassi. EURO AI MINIMI. Sul fronte valutario l'euro ha aggiornato i minimi da luglio 2013 a 1,275 dollari, mentre sul mercato dei titoli di Stato lo spread si è mantenuto piuttosto stabile oscillando tra i 137 - 138 punti base. «Il mercato potrebbe aver mal digerito una serie di notizie arrivate nel pomeriggio, tra cui, in parte, le rinnovate tensioni tra Russia e Ucraina e le parole da falco pronunciate da Mark Carney, sul rialzo imminente dei tassi di interesse della BoE», ha commentato Vincenzo Longo di Ig. CORRE FIAT, BENE TELECOM ITALIA. Quanto ai singoli titoli occhi su Telecom Italia (+0,11%) e Fiat (+1,71%). Sulla prima, arrivata a guadagnare oltre il 5%, è svanito l'effetto legato alle indiscrezioni che indicano il super manager delle tlc Usa, Solomon Dennis Trujillo, interessato a creare una cordata coi fondi di Qatar e Abu Dhabi per investire 7,5 mld per rilevarla. Il titolo del Lingotto invece è salito sui massimi da quasi 5 mesi dopo il report di Moody's sul settore automobilistico europeo e in vista dell'imminente sbarco a Wall Street della nuova entità Fca.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso