Economia 26 Settembre Set 2014 1027 26 settembre 2014

Sharp taglia l'Europa, ma l'Italia è salva

  • ...

Sharp Italia continua l'attività nonostante il marchio giapponese abbia previsto tagli i tutta Europa. Sharp ristruttura le attività nell'elettronica di consumo in Europa, con accordi di licenza con la slovacca Universal Media Corporation e la turca Vestel Ticaret, in particolare sul business delle tivù Lcd. Il gruppo giapponese prevede una strutturale riforma dei costi dall'ottimizzazione della forza lavoro. L'Italia non è però inclusa nella ristrutturazione e non cambierà il modello commerciale sul territorio, viene precisato in particolare da Sharp Italia. LA DIVISIONE ITALIANA HA 70 DIPENDENTI I dipendenti di Sharp in Italia sono 70, mentre in tutta Europa il gruppo ha 1.800 dipendenti. All'azienda è stato chiesto se il mancato coinvolgimento dell'unità italiana nella ristrutturazione europea possa portare a un ripensamento della stessa presenza in Italia con una chiusura. E la risposta è stata secca: «Sharp Italia continua l'attività Elettronica di consumo come ha fatto finora. Il riconoscimento del marchio Sharp sul mercato italiano ha una buona posizione rispetto ad altri mercati europei. Sharp ha pertanto ritenuto che l'attività Elettronica di consumo dovesse continuare sul territorio italiano» si legge nel comunicato.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso