Padoan Economia 140929150343
ECONOMIA 29 Settembre Set 2014 1454 29 settembre 2014

Padoan: «Serve policy mix, non solo austerità»

Il ministro: «In Ue scarsi investimenti, poca crescita, inflazione bassa o nulla».

  • ...

Pier Carlo Padoan.

Il quadro economico ha tinte lugubri. Lo ha dipinto il ministro delle Finanze Pier Carlo Padoan parlando della situazione europea alla Camera: «Abbiamo di fronte a noi una combinazione molto preoccupante, fatta di bassa crescita, scarsi investimenti, alta disoccupazione, bassa o nulla inflazione in un contesto in cui il debito rimane elevato».
«USARE TUTTI GLI STRUMENTI». Cosa fare per uscirne? Il nuovo approccio, la nuova parola in Ue è «policy mix, non più solo austerità, ma miglior uso possibile degli strumenti che abbiamo a disposizione», ha spiegato il titolare del Tesoro.
«PRESSIONI PIÙ SIMMETRICHE». Ora le pressioni all'aggiustamento di bilancio su Paesi in deficit sono più forti, ma «dovrebbero essere più simmetriche», ha detto Padoan invocando «un approccio qualitativo prima ancora che quantitativo alle politiche di bilancio».
«LA SFIDA? RIFORME STRUTTURALI». Il ministro ha poi insistito sul solito punto: «Le riforme strutturali sono la vera sfida per l'Europa e sicuramente per il nostro Paese».
Le riforme «vanno adottate e implementate», ma «c'è bisogno che ci sia sufficiente tempo perché i benefici si possano vedere e che ci sia consenso perché sono state condivise e discusse nelle sedi istituzionali appropriate, compresi ovviamente i parlamenti».
«CRISI NON ANCORA BEN COMPRESA». Sebbene si cerchi in tutti i modi di superarla, questa crisi ha degli aspetti ancora poco chiari: «Le stime di crescita sono state eccessivamente ottimistiche fino a pochi mesi fa. La crescita si è dovuta spostare più in là nel tempo e alcune cause non sono state ben comprese», ha ammesso Padoan.
«I problemi che abbiamo di fronte sono più profondi di un semplice andamento ciclico».

Correlati

Potresti esserti perso