Borsa 130530194152
MERCATI FINANZIARI 30 Settembre Set 2014 0937 30 settembre 2014

Borsa, Piazza Affari e spread live del 30 settembre 2014

Differenziale sotto quota 140, con il rendimento del 10 anni italiano in calo al 2,35%.

  • ...

Un agente di Borsa.

Giornata positiva per Piazza Affari martedì 30 settembre. L'indice Ftse Mib, dopo aver toccato nel primo pomeriggio un rialzo di oltre un punto percentuale, ha chiuso le contrattazioni a +1,78%.
L'indice d'area Stoxx 600 ha guadagnato lo 0,37%, mentre la piazza migliore è stata Parigi (+0,91%). Resta invece in negativo Londra (-0,50%).
Sul listino milanese si è appesantita Fiat (-3,9%) dopo le conclusioni della Commissione Ue sugli accordi tra Lussemburgo e Fiat Finance and Trade. Bene, invece, il credito con la corsa di Mps (+2,58%).
SPREAD DI NUOVO SOTTO 140 PUNTI. Lo spread tra Btp e Bund è tornato sotto i 140 punti base, a 138,8, con il rendimento del 10 anni italiano in calo al 2,35%.


17.34 - PIAZZA AFFARI CHIUDE A +1,78%. Piazza Affari ha chiuso in deciso rialzo. Il Ftse Mib ha segnato un aumento dell'1,78% a 20.892 punti.

15.57 - L'EUROPA LIMA I RIALZI, MILANO A +0,6%. Le Borse europee limano i rialzi dopo l'apertura di Wall Street ed una serie di dati macro dagli Usa. L'indice d'area Stoxx 600 guadagna lo 0,37% mentre la Piazza migliore è Parigi (+0,91%). Resta invece in negativo Londra (-0,50%) e Milano riduce con il Ftse Mib a +0,6%. A Piazza Affari si appesantisce Fiat (-3,9%) dopo le conclusioni della Commissione Ue sugli accordi tra Lussemburgo e Fiat Finance and Trade. Bene, invece, il credito con la corsa di Mps (+2,58%).

14.11 - MILANO ACCELERA: +1,2%. Accelera Piazza Affari a metà seduta, con l'indice Ftse Mib in rialzo dell'1,26% a 20.784 punti. Bene Eni (+1,41%) e Prysmian (+1,04%) dopo la raccomandazione 'outperform' di Intermonte, mentre scivola Fiat (-1,9%) a differenza di Pirelli (+0,74%) dopo le rassicurazioni del presidente marco Tronchetti Provera sulla Russia. Sul titolo del Lingotto pesa il ribasso delle stime di Ford per la Russia e l'America Latina, Brasile compreso, mercato in cui la Fiat è particolarmente esposta. Negli Usa poi è partita un'inchiesta sulla sicurezza che coinvolge vetture Chrysler prodotte dal 2007 al 2014, mentre l'Ue ha reso note le motivazioni dell'inchiesta sull'accordo fiscale di Fiat Financial in Lussemburgo. Bene tra i titoli a media capitalizzazione Saras (+3,22%), che si è impegnata ad acquistare gli impianti Versalis a Sarroch (Cagliari). In luce Tiscali (+3,48%), scivolone invece per Seat (-7,14%) e Sogefi (-3,55%).

13.05 - SPREAD A 138,8 PUNTI. Lo spread tra Btp e Bund torna sotto i 140 punti base,a 138,8, con il rendimento del 10 anni italiano in calo al 2,35%.

11.42 - MILANO +1%. Hanno confermato il rialzo le Borse europee dopo i dati Ue su disoccupazione e inflazione. Milano e Madrid (+1% entrambe) sono state seguite da Parigi (+0,93%), Francoforte (+0,5%) e Londra (+0,1%). Positivi i futures su Wall street in attesa di dati sulla fiducia dei consumatori e delle imprese negli Usa. Hanno frenato gli automobilistici Renault (-2,67%) e Peugeot (-2,09%) dopo il taglio delle stime di Ford in America Latina e Russia. Bene i bancari Rbs (+3,68%) e Banco popular español (+3,13%).

10.28 - EUROPA POSITIVA. Borse europee positive a parte Londra (-0,08%), in attesa del Pil britannico. Sono salite Parigi (+0,42%) e Francoforte (+0,05%) dopo dati sulle vendite in Germania e sui consumi in Francia in agosto. Bene anche Madrid (+0,48%) e Milano (+0,6%), dopo la flessione del tasso di disoccupazione in agosto e in vista della sintesi Ue prevista alle 11, insieme all'inflazione. Positivi i futures su Wall street. Sotto pressione gli automobilistici Renault (-2,36%), Peugeot (-1,9%) e Fiat (-2,15%).

9.30 - BENE PARIGI E FRANCOFORTE. La Borsa di Francoforte avvia le contrattazioni in rialzo dello 0,25% con l'indice Dax che segna 9.446,8 punti.
Parigi apre in rialzo con l'indice Cac40 che guadagna lo 0,40% a 4.375,3 punti. Leggermente negativa londra, con un calo con l'indice Ftse-100 a 6.639,6 punti (-0,10%).

9.25 - FIAT DEBOLE. Avvio di seduta debole per Fiat in Piazza Affari. Il titolo del Lingotto cede il 3,03% a 7,67 euro, penalizzato, secondo un report di Intermonte, dai timori per un rallentamento in Brasile, dall'avvio di un'indagine su modelli Chrysler 2007-2014 da parte dell'Autorità Usa per la sicurezza, con il rischio di possibili richiami. Inoltre sono attesi oggi maggiori dettagli relativi ad un'indagine dell'Ue su Fiat Finance per un tax ruling emesso nel 2012 dalle autorità fiscali del Lussemburgo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso