Economia 6 Ottobre Ott 2014 1733 06 ottobre 2014

Le Monde riparte dal digitale

  • ...

Il quotidiano del centro sinistra francese Le Monde ha cominciato il rinnovamento digitale della testata. Non è una rivoluzione, ma un segnale forte che il mercato sta andando in quella direzione. Il mercato è quello dei quotidiani autorevoli che hanno fatto la storia della carta come Le Monde che ha deciso di spostare dal 6 ottobre 2014 ben 29 giornalisti dall'edizione cartacea a quella digitale. Il quotidiano di riferimento del centrosinistra francese ha imposto piccoli ritocchi, incentrando l’edizione cartacea su articoli di grande formato, esclusive e articoli di analisi. Sul web, invece, notizie più veloci. Fra le principali innovazioni, l’editoriale che passa nell’ultima pagina del fascicolo principale, le pagine di dibattiti e analisti al centro e due nuove pagine, una delle quali dedicata ai media e al digitale. IL DIGITALE VALE IL 15% DEI RICAVI, PARI A 25 MILIONI NEL 2013 L’edizione stampata continua a rappresentare l’80% dei ricavi del gruppo, ma il digitale, con il 15%, è in costante crescita e ha raggiunto i 25 milioni di fatturato nel 2013. Per questo è stato deciso il passaggi all'era digitale del quotidiano. Ma non è una rivoluzione perché inizialmente dovevano essere 53 i giornalisti a passare sull'online su un totale di 400 che lavorano in redazione. La trattativa sindacale, però ha abbassato il numero, ed è costata anche la poltrona alla direttrice, Natalie Nougayrede, sostituita da Gilles van Kote. Le Monde, che ha perso circa l’1% dei suoi lettori nell'ultimo anno, con 267.900 copie vendute è una delle testate francesi che ha resistito meglio alla crisi.

Correlati

Potresti esserti perso