Macchinari Aziende Investimenti 141007073014
ECONOMIA 7 Ottobre Ott 2014 0730 07 ottobre 2014

Crisi Italia: il flop degli investimenti

Nel 1993 l'età media era nove anni. Ma in due decenni è più che raddoppiata.

  • ...

Operai in catena di montaggio.

Macchinari troppo vecchi che frenano gli investitori. È questa una delle ragioni per cui l'economia italiana resta al palo.
A spiegarlo è un'inchiesta del Corriere della Sera che ha analizzato l'insieme delle imprese industriali censite da Mediobanca dal 1992 al 2013. E il risultato è stato che l'anzianità dei mezzi di produzione è raddoppiata in meno di 20 anni: dai nove del 1992 s'è passati agli 11 del 2003 per poi arrivare ai 19 del 2013.
IMPIANTI VECCHI. Da tempo, infatti, le aziende non rinnovano gli impianti e si affidano a quelli vecchi, con rischi per l'ambiente e la sicurezza. Ma se in questo modo da un lato riducono i costi fissi, dall'altro restano in ritardo con l'innovazione. Lasciando che siano altri a fare quello che potrebbero fare loro.
Infatti, se il valore aggiunto - quanto un'impresa di mette di suo in quello che vende - nel 1992 era il 27% del prodotto, nel 2005 era già sceso al 20% e nel 2013 s'è assestato al 15%.
ITALIA DEINDUSTRIALIZZATA. Certo, in questo modo gli impianti vecchi sono già ammortizzati e quindi, finché le fabbriche reggono si possono produrre utili, visto che non si spende per gli investimenti. Ma, mese dopo mese, molte realtà chiudono con la produzione e gli ordini in calo. Non solo per la crisi, quanto per la deindustrializzazione.
Così gli indicatori sono peggiorati - soprattutto dopo l'introduzione dell'euro - e ciò, secondo l'analisi del quotidiano di Via Solferino, «fa pensare a una resa degli imprenditori per la rigidità del cambio».
STOP AI MUTUI. Ma ci sono altre ragioni della crisi. Per esempio tra il 1994 e il 1999 le banche commerciali hanno incorporato sei istituti di credito industriale, disperdendone il mestiere. Così che le imprese hanno iniziato ad avere problemi con i mutui (anche perché hanno smesso di chiederli). Quindi se nel 1992 su 100 euro di capitale a rischio ce n'erano 60 di mutuo, sei anni dopo erano appena 37.
Il risultato? Le imprese hanno smesso di fare investimenti tecnici e poche si sono rivolte all'estero. E tutto s'è ridotto al breve. Un modello che oggi non sembra funzionare.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso