Economia 7 Ottobre Ott 2014 1625 07 ottobre 2014

Moleskine diventa digitale con Adobe

  • ...

Moleskine era il taccuino amato da Oscar Wilde, Vincent Van Gogh, Pablo Picasso, Ernest Hemingway, Henri Matisse e soprattutto Bruce Chatwin che lo portava nei suoi viaggi. Anche l'agenda più amata dagli scrittori per gli appunti di viaggio e di scrittura ha ceduto al digitale. Moleskine ha annunciato l'avvio di una collaborazione con Adobe, società che opera nel marketing digitale e contenuti multimediali digitali. L'obiettivo è facilitare la migrazione della creatività dalla carta ai supporti digitali. Più semplicemente le due aziede hanno in mente di creare per gli utilizzatori di Moleskine e Adobe una linea comune incentrata su strumenti e servizi che permettano una più semplice e veloce integrazione tra il mondo analogico e quello digitale. PRESTO UN TACCUINO DIGITALE E UNA APP Moleskine ha in progetto un taccuino dedicato alla Adobe Creative Cloud e una mobile app che permetterà di catturare gli sketch realizzati sul taccuino e di continuare a lavorare sulla propria creazione in ambito digitale con Adobe Photoshop CC e Adobe Illustrator CC. E sulle potenzialità di questa svolta dogotale hanno già scommesso i gestori di Allianz Global Investors Europe che hanno in portafoglio il 5,028% del capitale di Moleskine. L'operazione, secondo quanto riportano le comunicazioni Consob, sulle partecipazioni rilevanti è datata 26 settembre 2014. Moleskine ha debuttato a Piazza Affari il 3 aprile 2014. L'azienda ha chiuso il 2013 con ricavi in crescita dell’11,5% a 87 milioni di euro, ma ha riportato un utile netto in calo del 34,5% a 11,91 milioni di euro e un indebitamento finanziario netto in calo a 16,1 milioni.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso