Economia 7 Ottobre Ott 2014 1210 07 ottobre 2014

Nba cede i diritti tivù per 24 mld

  • ...

Lebron James dei Cleveland Cavaliers potrà rinegoziare il suo contratto alzandolo da 22 milioni a 31,5 milioni per la stagione 2015-2016. Non è stata una trattativa lunga quelle ha portato Nba, la società che gestisce il basket professionistico in America, a blindare il suo futuro con un maxi-accordo da 24 miliardi in 10 anni per la cessione dei diritti tivù. Ad aggiudicarseli sono Espn e Tnt (gruppo Turner broadcasting), già titolari dell'esclusiva che avevano chiesto e ottenuto di anticipare di un anno i negoziati per il rinnovo in vista della scadenza nel 2015. Le due società hanno accettato di firmare un'intesa che triplica a 2,4 miliardi l'anno il loro esborso pur di tagliare la strada alla concorrenza di colossi come Google, Facebook e Apple che avrebbero potuto scendere in campo per sfidare le televisioni con il digitale. ENTRA IL DIGITALE CON I SOCIAL, AI GIOCATORI VA IL 50% L'intesa amplia quella degli ultimi 5 anni, aggiungendo un certo numero di incontri e spalmando l'esclusiva anche su nuove piattaforme social e su iniziative collaterali al Campionato. I giocatori hanno ottenuto di incassare il 50% dei proventi generati dalla vendita dei diritti ai media. In questo, i giocatori in scadenza di contratto vedranno lievitare i loro compensi per la stagione 2015-2016. Lebron James, per esempio può alzare il suo ingaggio da 22 milioni a 31,5 all'anno.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso