Borsa 120807184141
MERCATI 9 Ottobre Ott 2014 0929 09 ottobre 2014

Borsa, Piazza Affari e spread live del 9 ottobre 2014

Milano chiude in negativo: -1,34%. Cala il differenziale Btp-Bund a quota 140 punti.

  • ...

Un agente di borsa al lavoro.

Giornata negativa per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha ceduto l'1,34%.
SPREAD BTP/BUND IN CALO. Lo spread fra Btp e Bund è calato segnando quota 140,6 punti base per lo spread Btp-Bund, con il decennale italiano che rende il 2,31%
L'ASIA SALE CON LA FED. Le Borse asiatiche sono risalite dai minimi di maggio rincuorate dalla possibilità di un rinvio del rialzo dei tassi da parte della Banca centrale americana (Fed).
Hong Kong è salita dell'1%, Sydney dell'1,06%, Taiwan dello 0,66%. Male solo Tokyo, in calo dello 0,75% a causa del rafforzamento dello yen sul dollaro.
ALLENTAMENTO MONETARIO. Il premier cinese Li Keqiang ha promesso «misure mirate» per abbassare i costi finanziari mentre il governatore della Bank ok Japan ha parlato di «molte opzioni» di allentamento monetario.
Sui mercati hanno corso anche il petrolio e le materie prime mentre il dollaro è sceso per il quarto giorno consecutivo.

18.28 - LO SPREAD CHIUDE A 140,6 PUNTI. Chiusura a 140,6 punti base per lo spread Btp-Bund, con il decennale italiano che rende il 2,31%.


17.34 - MILANO CHIUDE IN CALO: -1,34%. Chiusura in calo per Piazza Affari. L'indice Ftse Mib ha ceduto l'1,34% a 19.382 punti.

16.15 - MILANO GIÙ (-1,2%) CON MEDIASET, TELECOM CONGELATA. È tornata a scendere Piazza Affari, con l'indice Ftse Mib in calo dell'1,21% a 19.408 punti e diversi titoli in forte perdita, tra cui Mediaset (-4,34%) dopo un congelamento al ribasso, che ha interessato Telecom (-2,7% teorico).
Sotto pressione Ubi (-3,01%), Autogrill, (-2,69%), Intesa (-2,46%) e Fiat (-1,86%) dopo i dati sul recesso. In controtendenza Luxottica (+1,5%), Banco Popolare (+1,15%) e Tenaris (+0,43%). Giù i bancari Bpm (-2,32%), Unicredit (-2,01%) e Mediobanca (-2,26%).

15.55 - L'EUROPA TIENE DOPO L'AVVIO DI WALL STREET, MILANO -0,3%. Si sono portate sopra lo zero le Borse europee dopo l'avvio poco mosso di Wall Street.
Milano (Ftse Mib -0,32% a 19.583 punti) è rimasta in coda dietro a Londra (-0,07%), Madrid e Parigi (+0,2% entrambe) e Francoforte (+0,84%), dopo dati Usa migliori delle stime degli analisti.
Sul listino milanese sono scivolati Autogrill (-2,48%) e Ubi Banca (-2,46%), mentre Mediaset (-3,56% teorico) è stata congelata per eccesso di volatilità. Bene Banco Popolare (+1,87%), Luxottica (+1,62%), Tenaris (+1,3%) e Stm (+1,27%).

15.05 - L'EUROPA RIDUCE IL CALO CON I DATI USA, MILANO -0,51%. Hanno ridotto il calo le Borse europee dopo dati Usa migliori delle stime.
Sono rimasta invariate infatti le nuove richieste settimanali di disoccupazione a fronte di un previsto aumento, mentre le richieste complessive sono calate.
Milano (Ftse Mib -0,38%) ha ceduto la posizione di coda dietro a Madrid (-0,55%), mentre hanno fatto meglio Londra (-0,33%), Parigi (-0,18%) e Francoforte (+0,42%), in territorio positivo. Riammessa agli scambi Ubi (-2,62%), scivolone di Autogrill (-2,51%) e Mediaset (-2,49%).

14.24 - EUROPA GIÙ CON I FUTURE USA, MILANO -1%. Sono scivolate in negativo le Borse europee con i future su Wall Street, in vista di dati sull'occupazione in peggioramento.
Milano (-1%) è maglia nera dietro a Londra (-0,4%), Parigi (-0,55%) e Madrid (-0,7%), mentre ha tenuto Francoforte (+0,16%).
In Piazza Affari male Fiat (-3%), congelata per eccesso di volatilità Ubi (-3,25% teorico), positive invece Tenaris (+1,92%) e Luxottica (+1,64%). Bene Banco Popolare (+0,98%), giù Mediaset (-3,06%), Bpm (-2,4%), Intesa (-2,64%) e Unicredit (-2,27%).

12.39 - L'EUROPA SALE CON LA FED E LA BCE, MILANO GIRA IN NEGATIVO. Piazza Affari ha frenato a metà seduta mentre le Borse europee sono rimaste positive dopo le indicazioni arrivate da Fed e Bce che hanno lasciato presagire un sostegno all'economia.
Milano ha ceduto lo 0,25% staccandosi da Francoforte (+1,1%), Parigi (+0,5%) e Londra (+0,47%).
A Piazza Affari male i bancari Ubi (-2,22%) e Intesa Sanpaolo (-1,85%), Fiat (-1,59%), che spenderà 417 milioni per il recesso, e Mediaset (-1,57%), appesantita dai dati sulla pubblicità. Bene il Banco Popolare (+1,95%) e Stm (+1,86%).

10.15 - BENE L'EUROPA CON LA SCOMMESSA SUI TASSI USA. Le Borse europee sono rimbalzate dai minimi degli ultimi due mesi sulla scommessa che la Fed manterrà i tassi di interesse prossimi allo zero ancora a lungo e dopo che la Bce, nel bollettino mensile, si è detta pronta ad adottare nuove misure non convenzionali in presenza di bassa inflazione prolungata.
Francoforte (+1,15%) ha guidato i rialzi davanti a Parigi (+0,76%), Londra (+0,69%) e Milano (+1%). Nel pomeriggio attesi i dati Usa sui sussidi di disoccupazione.

9.55 - MILANO SALE (+0,5%) CON STM, TENARIS E PRYSMIAN. Piazza Affari è salita dopo le prime contrattazioni, in linea con le altre Borse europee, anche se ha perso slancio rispetto a un'apertura scoppiettante.
Il Ftse Mib è avanzato dello 0,51%, trainato da Stm (+1,61%), Tenaris (+1,49%) e Prysmian (+1,36). Bene Eni nell'energia (+1,17%) e Mps tra i bancari (+1,28%).
Debole Fiat (-0,21%), che ha comunicato i dati sull'offerta ai soci delle azioni oggetto di recesso, e Telecom (-1,12%), mentre sono salite le quotazioni di un matrimonio in Brasile con Oi.

Correlati

Potresti esserti perso