Padoan 140930190819
ECONOMIA 10 Ottobre Ott 2014 1900 10 ottobre 2014

Dbrs conferma rating Italia: A Low

L'agenzia canadese: «Paese in recessione anche nel 2014 con Pil a -0,3%».

  • ...

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan.

L'agenzia di rating Dbrs conferma il rating «A low» per l'Italia e mantiene il «trend negativo». Il guidizio è stato espresso in una nota nella quale l'agenzia ha specificato che la conferma riflette i progressi nel risanamento di bilancio. Se Dbrs avesse tagliato il rating sarebbe diventato più oneroso per le banche italiane rifinanziarsi presso la Bce usando Btp come garanzia.
RIFORME SPINGONO CRECITA MA DEBITO PREOCCUPANTE. Dbrs ha previsto che l'Italia resti in recessione anche nel 2014, con il pil che è destinato a contrarsi dello 0,3%. Il pil è previsto salire dello 0,5% nel 2015. Le riforme strutturali del governo «aumenteranno la crescita nei prossimi anni», ha indicato l'agenzia, ma «il potenziale di crescita dell'Italia resta debole».
L'Italia ha compiuto «progressi sostanziali con il risanamento di bilancio, ma alle attuali stime di crescita la dinamica del debito resta una preoccupazione», ha proseguito nella sua analisi Dbrs: la dinamica del debito resta una preoccupazione, con un debito stimato al 131,6% nel 2014.

Correlati

Potresti esserti perso