Economia 10 Ottobre Ott 2014 1415 10 ottobre 2014

Tasi, la giungla degli sconti

  • ...

Tasi: scade il 16 ottobre il termine per il pagamento dell'anticipo sulla tassa che colpisce 15 milioni di italiani. Una laurea in matematica forse non basta. Per pagare la Tasi che insieme con la Tari è un vero e proprio salasso per le tasche degli italiani c'è tempo ancora una settimana, la scadenza è il 16 ottobre e riguarda 15 milioni di italiani. Ma capire quanto e come pagare è in molti casi un rebus. La prova? Formule matematiche a Ferrara, 11 diverse misure di detrazione a Modena, 9 ad Asti, 24 a Bologna. Sconti per aree a più alto rischio incidente, confinanti con altri Comuni o prossime alle discariche. Variabilità assoluta sui figli a carico. Sono solo alcuni degli esempi delle migliaia di delibere Tasi arrivate dagli oltre 8.000 Comuni italiani. Un vero rompicapo, a volte anche piuttosto pittoresco, per i contribuenti italiani. Che si tratti di proprietari o inquilini, pagare la nuova tassa sulla casa è una corsa ad ostacoli tra delibere, regolamenti e circolari esplicative, rese necessarie dalla complessità delle decisioni delle amministrazioni. I casi, rilevati da Confedilizia in un dossier dedicato ad un mondo tutto da scoprire, sono tanti e non privi di bizzarrie. LA GIUNGLA DELLE DETRAZIONI: ASTI E PARMA LE PIÙ FANTASIOSE L'aliquota per calcolare la tassa è diversa da città a città (ecco qui l'elenco completo di quanto si paga città per città), ma il rebus è sulle detrazioni: per serre sicuri di non sbagliare l'indirizzo giusto da consultare è quello del Ministero delle finanze. Già perché le eccezioni sono tante. Ad Asti, per sempio, il Comune ha optato per nove tipi di detrazione diversi, arrivando fino alla più bassa - riservata agli immobili con rendita catastale tra i 650 e i 700 euro - di appena 5 euro. Il Comune di Parma ha pensato invece di disporre una detrazione maggiorata per le abitazioni principali con riferimento alla capacità contributiva della famiglia definita attraverso l'applicazione dell'Isee e declinata in 24 fattispecie diverse, derivanti sia della rendita catastale che dall'Isee. Una giungla in cui un errore è piuttosto facile che ci scappi. FIGLI A CARICO: SOTTO I 26 ANNI LE AGEVOLAZIONI, MA NON A REGGIO EMILIA Praticamente ovunque le detrazioni per i figli riguardano i ragazzi sotto i 26 anni, ma a Reggio Emilia bisogna stare attenti. La città fa infatti eccezione e considera quelli fino a 25 anni. Il Comune di Alessandria riduce l'aliquota per due sobborghi: quello di Spinetta Marengo, perché interessata "a rischio incidente rilevante", e quello di Castelceriolo, dove si trova la discarica del consorzio alessandrino. C'è poi il caso limite di Lignano Sabbiadoro, indicativo della disinformazione e delle difficoltà dei cittadini: nonostante il Comune abbia deliberato l'azzeramento della Tasi, all'amministrazione, a detta dello stesso sindaco, sono arrivate decine e decine di versamenti.

Correlati

Potresti esserti perso