Delrio Governo Renzi 140901075322
MANOVRA 14 Ottobre Ott 2014 1709 14 ottobre 2014

Legge di Stabilità, Delrio: «Budget Sanità non si tocca»

Il sottosegretario: «Possibili incrementi». Incentivi ai Comuni che cedono le partecipate.

  • ...

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio.

«Il budget attuale della Sanità non verrà toccato». Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, ha anticipato che la spending review prevista dalla legge di Stabilità non riguarderà quindi la spesa che le Regioni ogni anno stanziano per il comparto salute. Anzi, questo particolare capitolo potrebbe addirittura essere interessato da «eventuali incrementi».
«PRONTI A OGNI EVENIENZA». Delrio ha inoltre fatto sapere che «per noi la manovra è quella, ma non siamo impreparati a qualsiasi tipo di evenienze o sorprese». In tutto, i tagli alle Regioni dovrebbero aggirarsi sui 4 miliardi di euro, «come tagli di sistema», ha precisato il sottosegretario.
INCENTIVI PER CHI CEDE LE PARTECIPATE. Un altro nodo è quello che riguarda le società partecipate dagli enti locali. Il governo, secondo Delrio, ha deciso di concentrarsi «sulla parte degli incentivi: vediamo che c'è bisogno di un intervento perché gli enti pubblici si mettano in un'ottica di mercato. È uno degli elementi che dovrà essere nella legge di Stabilità: dare incentivi in termini di spazio sul patto di Stabilità ai Comuni, che cederanno parte del controllo in ottica industriale».
«PIL POSITIVO NEL 2015». La manovra che l'esecutivo ha preparato per il 2015 «è una manovra espansiva», ha detto ancora Delrio. «Quest'anno (2014, ndr) il Pil chiuderà a -0,3%, ma l'anno prossimo dobbiamo fare segno più».

Correlati

Potresti esserti perso