Clima 140121171523
EUROLANDIA 15 Ottobre Ott 2014 0926 15 ottobre 2014

Barroso: «Italia vicina all'abisso, non fu colpa di Merkel»

Il presidente della Commissione Ue: «Flessibilità? Stesse regole per tutti».

  • ...

José Manuel Barroso, presidente della Commissione europea.

Non è stata colpa di Angela Merkel se l'Italia è stata vicina al baratro della crisi. Lo ha detto José Manuel Barroso, presidente uscente della Commissione Ue, in un'intervista al Corriere della Sera.
«Noi abbiamo parlato spesso della Grecia, o del Portogallo, ma siamo stati molto vicini all'abisso anche con l'Italia. E con la Spagna, e la Francia. Roma e Parigi erano sotto il severo scrutinio dei mercati in momenti estremamente drammatici», ha spiegato Barroso.
«Molti pensano che la situazione italiana sia il risultato di qualcosa che ha combinato Angela Merkel, o l'Unione europea, o Lehman Brothers. Questo è ridicolo. Chi ha creato il debito pubblico italiano? La signora Merkel?».
NESSUNA IMPOSIZIONE DA BRUXELLES. Barroso ha quindi smentito che l'Ue abbia imposto raccomandazioni. «Le regole che i governi devono seguire sono state scelte, e poi decise imperativamente, proprio da loro, nel Consiglio dei ministri Ue. Anzi, loro stessi le hanno poi rafforzate. La Ue non ha imposto un bel niente e la Ue non è Bruxelles, ma un'unione collettiva di governi», ha sottolineato.
Secondo il presidente della Commissione «non può durare per sempre il vecchio concetto: europeizzazione del fallimento, nazionalizzazione dei successi. Spesso ottenuti perfino senza una maggioranza parlamentare».
CAUTELA SULLA MANOVRA ITALIANA. Sulla flessibilità, ha spiegato Barroso, «secondo i criteri della Ue, le regole decise nel Consiglio dei governi valgono per ogni Paese. Noi non possiamo avere standard differenti. Sarebbe inaccettabile e ingiusto accordare un trattamento di favore a qualche Paese».
In merito alla manovra italiana da 30 miliardi, Barroso ha detto di «aspettare di vedere nei dettagli il piano di Stabilità. Non commento indiscrezioni di stampa», ha concluso.

Correlati

Potresti esserti perso