Spread Borsa 130115100221
SCAMBI 27 Ottobre Ott 2014 0930 27 ottobre 2014

Borsa: Piazza Affari e spread live il 27 ottobre 2014

Milano in rosso (-2,4%) dopo i test Bce. Mps a -21%: Ue verso riesame del piano.

  • ...

Indici di Borsa.

Seduta in profondo rosso per Piazza Affari il 27 ottobre, all'indomani degli esami della Banca centrale europea (Bce), superati dalla maggior parte delle banche europee ma non da Mps e Carige.
Il Ftse Mib è stato trascinato in negativo dal settore bancario e ha chiuso in calo del 2,4% a 19.028 punti.
CROLLO MPS E CARIGE. A fondo i due istituti italiani bocciati da Francoforte: Mps e Carige, che in apertura non riuscivano ad accedere agli scambi, sono entrati in contrattazione e poi sospesi immediatamente al ribasso. Siena ha segnato un calo teorico del 15% (poi arrivato al 21% che ha fatto intervenire la Consob per bloccare la speculazione sul titolo) mentre per Genova il tonfo è stato del 17%.
Gli stress test hanno però caratterizzato la giornata in Borsa anche delle altre banche, tanto che a metà mattinata sono arrivate raffiche di sospensioni al ribasso per gli istituti di credito quotati.
SPREAD IN ASCESA. Apertura di settimana in crescita per lo spread tra Btp e bund, che ha segnato 170 punti. Rendimento del titolo decennale italiano al 2,56%.
POSITIVA L'ASIA. In rialzo le Borse asiatiche: a eccezione dei listini cinesi, che cedono il passo, Tokyo ha guadagnato quasi un punto percentuale (+0,96%) così come Sidney (+0,86%).
L'indice che sintetizza l'andamento dei mercati del Far East segna un rialzo dello 0,6%.

17.33 - MILANO CHIUDE A -2,4%. Piazza Affari chiude in profondo rosso, affossata dai titoli bancari all'indomani dei test della Bce. Il Ftse Mib ha ceduto il 2,4%, a 19.028 punti. A picco Mps (-21,5%) e Carige (-17,19%), bocciati negli esami condotti dall'Eurotower.

15.58 - L'EUROPA RECUPERA MA RESTA NEGATIVA. Recuperano terreno le Borse europee a metà pomeriggio, dopo che la Bce ha reso noto di aver acquistato 1,7 miliardi di euro di covered bond nella prima settimana di attività sui mercati. Milano cede l'1,4%, dimezzando i ribassi rispetto ai minimi di seduta. Londra perde lo 0,6%, Parigi l'1,1% e Francoforte l'1,2%. A Wall Street il Dow Jones riacciuffa la parità.

14.33 - WALL STREET APRE NEGATIVA. Apertura in territorio negativo per Wall Street. Il Dow Jones perde lo 0,22% a 16.770,86 punti, il Nasdaq cede lo 0,33% a 4.469,77 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,2% a 1.961 punti.

11.58 - MPS SOSPESA IN BORSA. Mps di nuovo sospesa in Borsa con un calo del 20,10%. Le azioni hanno segnato 0,79 euro. Sul titolo resta valido fino alla chiusura del 28 ottobre il divieto di vendere allo scoperto deciso dalla Consob.

11.50 - MPS CEDE IL 19% NONOSTANTE DIVIETO CONSOB. Mps rientra agli scambi in Borsa e cede il 19,4% a 0,8 euro, nonostante l'intervento Consob e il divieto di vendite allo scoperto.

11.20 - PIAZZA AFFARI PEGGIORA (-2,2%). Piazza Affari peggiora a vista d'occhio in scia al tonfo delle banche. Il Ftse Mib perde il 2,27% a 19.052 punti.

11.15 - TUTTA EUROPA IN ROSSO. Estendono le perdite i listini di tutta Europa. I titoli delle banche danno il passo e trascinano al ribasso gli indici. Tutti in rosso con lo Stoxx 600 a -0,38%, Londra lascia lo 0,43%, Parigi lo 0,67%, Madrid l'1,2% ma la peggiore resta Milano che cede l'1,88%.
Intanto rientrano agli scambi quattro dei sette istituti sospesi dalle contrattazioni per eccesso di ribasso. Restano ferme solo Mps e Bpm.

10.55 - SPECULAZIONI MPS, INTERVIENE LA CONSOB. La Consob interviene per bloccare la speculazione sul titolo Mps alla Borsa di Milano e vieta le vendite allo scoperto.

10.50 - RAFFICA DI STOP AL RIBASSO. Raffica di sospensioni al ribasso in Borsa per le banche quotate al'indomani dei risultati agli stress test. Risultano ferme quindi Mps (-18,1%), Mediobanca (-3,35%), Ubi Banca (-3,25%), e Bper (-4%), Intesa Sanpaolo (-2%) e UniCredit (-1,36%).

10.25 - MPS PEGGIORA: -18%. Le Borse europee azzerano i guadagni (Stoxx 600 +0,02%) mentre a fare peggio è Piazza Affari che perde lo 0,80%. Gli occhi sono puntati su, Mps, bocciata dalla Bce, che sta peggiorando ulteriormente: dopo l'ennesima sospensione al ribasso registra ora un tonfo del 18% a 0,82 euro. Stop al ribasso anche per Bpm (-2,87%).

10.10 - MILANO IN CALO DELL'1,03%. Piazza Affari gira improvvisamente in calo a un'ora dall'apertura in deciso rialzo.
Il Ftse Mib, controcorrente rispetto ai mercati europei che beneficiano dei risultati agli esami Bce, segna ora un -1,03% con Mps (sospesa -15%) in fondo al listino. Male anche la Bper (-2,4%), Saipem (-2,5%) e Bpm (-2,4%).

9.47 - BANCHE VOLATILI IN BORSA (-0,1%). Forte volatilità in Borsa dopo gli esami della Bce alle banche europee. Dopo una partenza positiva, Piazza Affari ha azzerato i guadagni (Ftse Mib -0,10%) risentendo della forte speculazione che ha mosso il comparto bancario.
L'Italia è uscita dagli stress test con esigenze di capitale per quattro banche, per un totale di 3,3 miliardi di euro. Si tratta di Mps (sospesa al ribasso -15,7%) per 2,1 miliardi, Carige (-15,79%) per 814 milioni, Banca Popolare di Vicenza per 223 milioni e Banca Popolare di Milano (-0,3%) per 166 milioni.
Guardando alle altre promosse poi in evidenza in Borsa il Banco Popolare (+3,49%), UniCredit (+1,61%), Bper (+0,78%) e Intesa Sanpaolo (0,68%).

Articoli Correlati

Potresti esserti perso