Economia 27 Ottobre Ott 2014 1640 27 ottobre 2014

Il senso di Serra per Mps

  • ...

Le luci della Lepolda 2014 si sono appena spente. Così come si è spento il faro della Bce sui conti della banche italiane che ha portato allla bocciatura di Mps e Carige. Ma per Davide Serra, fondatore di Algebris e da tempo consigliere finanziario di Matteo Renzi, da sempre attento al sistema creditizio italiano fin da quando lavorava alla banca d'affari Morgan Stanley, non è finita. Così su Twitter ha continuato a chiedere alla vecchia guardia Pd come avessero fatto a distruggere la banca simbolo di Siena e della sinistra che fu. Ha cominciato con una domanda retorica.

E poi è andato giù dritto con le accuse.

Non ci sono, però, solo le accuse. Serra ha chiesto ai cittadini di domandare i danni a quella parte del Pd e fa nomi e cognomi.

Ma che i cittadini non si illudano. L'invettiva di Serra non è romantica. Il finanziere sui bad loans, le sofferenze, di cui è pieno il Monte dei Paschi ha deciso da tempo di speculare. Del resto, fare soldi è il suo mestiere e il mercato non ha sentimenti. Serra ha fondato una società che di lavoro spazza le sofferenze. Economiaweb.it ne ha parlato qui. E lo spazzino Serra di affari se ne intende. La prova? Dal report Bce sugli stress test bancari emerge che gli attivi bancari dell'eurozona sono sopravvalutati di circa 48 miliardi di euro e 136 miliardi di euro di crediti, oggi classificati «in bonis», dovrebbero invece essere classificati come dubbi. Quanto lavoro per gli spazzini.

Correlati

Potresti esserti perso