Asem Putin Poroshenko 141015174409
INTESA 30 Ottobre Ott 2014 2151 30 ottobre 2014

Gas, raggiunto l'accordo tra Ue, Russia e Ucraina

Forniture di gas a Kiev fino a marzo 2015. Intesa firmata da Naftogaz e Gazprom.

  • ...

Dopo due giorni di negoziati è stato raggiunto un accordo tra Mosca, Kiev e la commissione Ue sulle forniture di gas. Lo si è appreso da fonti diplomatiche a Bruxelles.
L'intesa comprende un protocollo vincolante che assicura le forniture di gas a Kiev sino a marzo 2015 e un'aggiunta al contratto tra Naftogaz e Gazprom.
PRESENTE BARROSO. Testimoni della firma il presidente della Commissione José Barroso e il vicepresidente Maros Sefcovic. A firmare i ministri Alexander Novak e Iuri Prodan, il commissario Guenther Oettinger e gli amministratori delegati di Naftogaz e Gazprom.
Nella sala stampa della Commissione europea era stato preparato un tavolo per la firma con una tovaglia blu 'Europa' e alle spalle le bandiere di Russia, Ucraina e Ue.
4 MLD DI METRI CUBI FINO A FINE MARZO. L'accordo prevede prevede una cifra di circa 4,6 miliardi di dollari tra il saldo del pagamento del debito ucraino nei confronti di Mosca e i 4 miliardi di metri cubi di gas da previsti da ora a marzo 2015.
Il pagamento di 3,1 miliardi di dollari di debiti pregressi di Kiev è previsto in due tranche, la prima da 1,45 miliardi entro il 31 ottobre 2014 e la seconda da 1,65 entro fine anno. Queste condizioni devono essere 'ufficializzate' da un decreto del governo russo. L'Ucraina ha garantito i pagamenti grazie a un fondo Fmi già bloccato da 3,1 miliardi di dollari per il pregresso, mentre il pagamento delle nuove forniture viene garantito dai finanziamenti già previsti dai programmi di assistenza finanziaria Fmi-Ue, a cui se ne aggiunge un terzo nell'anno nuovo.
BARROSO: «ORA PRIORITÀ È MINSK». «Dopo l'accordo trovato sul gas «ora la priorità deve essere l'attuazione di quello di Minsk», ha commentato Barroso aggiungendo di sperare che la firma dell'intesa sul gas «faccia crescere la fiducia reciproca» tra Mosca e Kiev. L'intesa raggiunta «garantisce la sicurezza energetica dell'Ucraina e dei nostri Paesi» Ue per quest'inverno, ha sottolineato.

Correlati

Potresti esserti perso